656 Visualizzazioni

Esplosione di un deposito di munizioni in Crimea: le autorità russe chiudono l’autostrada Tavrida

19 Lug 2023 - Geopolitica

Esplosione di un deposito di munizioni in Crimea: le autorità russe chiudono l’autostrada Tavrida

Un deposito di munizioni è esploso a seguito di un attacco nel distretto di Kirovsky in Crimea, secondo i report dei media ucraini. Le autorità russe hanno risposto chiudendo al traffico l’autostrada Tavrida, citando un “incendio” come causa.

Il campo di addestramento di Starokrymsky vicino al villaggio di Krynychki è stato colpito, e le munizioni continuano a esplodere, afferma il canale Crimean Wind su Telegram, citato dall’agenzia di stampa Ukrinform.

Sergey Aksyonov, leader locale russo, ha riferito che un incendio ha scoppiato in un sito nel distretto di Kirovsky, costringendo alla chiusura dell’autostrada Tavrida. A seguito dell’incidente, è prevista l’evacuazione temporanea di circa 2.000 persone.

L’intelligence del ministero della Difesa ucraino (Gur) ha smentito le voci sul presunto coinvolgimento dei servizi speciali ucraini nell’incendio, a seguito di informazioni diffuse dal canale Telegram di Budanov, riprese da molti media russi e ucraini.

Secondo il quotidiano Kommersant, 2.225 persone sono state evacuate a causa dell’incendio scoppiato in una base militare nella parte orientale della Crimea. I siti online russi Baza e Mash hanno pubblicato video che mostrano le esplosioni e hanno riferito che le detonazioni sono state percepite nell’area per più di due ore.

Inoltre, è stato riferito un “potente attacco notturno a Odessa”, con molti edifici residenziali danneggiati e feriti, secondo Oleg Kiper, capo del Comando militare regionale ucraino di Odessa. Le notizie riferiscono di lanci di missili da crociera Kalibr dal Mar Nero, senza ulteriori dettagli.

Allo stesso tempo, ci sono stati attacchi russi in molte regioni ucraine durante la notte e al mattino, come riportato dai governatori citati da Rbc-Ukraine.

Nell’attacco notturno a Odessa, i razzi hanno colpito il terminal del grano e del petrolio, causando un incendio. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha definito l’attacco “un’azione deliberata”, sottolineando l’importanza del grano per l’economia globale.

Questo recente sviluppo segna un’escalation del conflitto nella regione, con implicazioni potenzialmente gravi per la stabilità della regione e per la sicurezza internazionale. Resta da vedere come la comunità internazionale risponderà a queste ultime mosse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: