413 Visualizzazioni

Ucraina rifiuta compromessi territoriali per l’adesione alla NATO

15 Lug 2023 - Geopolitica

Ucraina rifiuta compromessi territoriali per l’adesione alla NATO

Mykhailo Podolyak, il più noto consigliere politico del presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, ha ribadito la posizione intransigente dell’Ucraina nei confronti dei potenziali compromessi territoriali nell’ambito della candidatura all’adesione alla NATO. Durante un’intervista concessa al Corriere della Sera, Podolyak ha sottolineato che “I territori ucraini non saranno oggetto di contrattazione” e che “la nostra adesione al fronte atlantico non sarà merce di scambio con la Russia”.

Podolyak ha respinto categoricamente le proposte di alcuni analisti che suggeriscono che l’Ucraina potrebbe essere più incline a un accordo territoriale in cambio dell’adesione alla NATO. Ha descritto tali idee come “assolutamente fuori questione, persino offensive”, sottolineando che queste non farebbero altro che “alimentare gli appetiti espansionistici russi”.

Ha inoltre sottolineato che l’adesione all’Alleanza rappresenta un processo storico per l’Ucraina e che “sarà il simbolo della trasformazione del sistema di sicurezza globale”.

Il conflitto russo-ucraino: ultime notizie

L’intervista con Podolyak giunge in un momento di crescente tensione tra Ucraina e Russia. Le forze armate ucraine hanno lanciato circa 60 proiettili contro la regione russa di Belgorod, situata al confine, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Tass. Non sono state segnalate vittime o danni significativi.

Intanto, il ministero della Difesa britannico ha messo in evidenza che il caso del generale russo Ivan Popov, licenziato per aver espresso dubbi sulla strategia della leadership militare russa in Ucraina, segnala un malcontento diffuso tra gli ufficiali nei confronti delle decisioni prese dalla leadership militare russa.

Incidente nucleare in Russia

Un’altra notizia che ha attirato l’attenzione è un incidente verificatosi in un impianto di produzione di combustibile nucleare negli Urali, in Russia, in cui una persona è rimasta uccisa. L’autorità nucleare russa Rosatom ha rassicurato che l’incidente è stato rapidamente contenuto e non rappresenta alcun pericolo per la popolazione. Non è stato rilevato alcun rilascio di radioattività.

Tutte queste notizie mettono in evidenza la complessità della situazione geopolitica nella regione e l’importanza di un dialogo costruttivo e rispettoso delle sovranità nazionali nel contesto delle relazioni internazionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: