79 Visualizzazioni

UBS Ristruttura la Gestione del Patrimonio: Tagli e Integrazioni Post-Acquisizione

3 Mag 2024 - Finanza

In un contesto di pressione sui margini di profitto, UBS avvia una significativa revisione operativa mirata a ridurre i costi e ottimizzare le sinergie tra le sue divisioni, consolidando le strategie post-acquisizione di Credit Suisse.

UBS Ristruttura la Gestione del Patrimonio: Tagli e Integrazioni Post-Acquisizione

UBS esamina strategie per ridurre drasticamente i costi nella sua divisione di gestione del patrimonio. Questo cambiamento segue l’acquisizione di Credit Suisse, orientata a creare economie di scala e a migliorare la redditività sotto pressione.

Dettagli della Revisione dei Costi

Fonti vicine alla banca confermano che il piano di risparmio mira a una riduzione di spese di almeno 300 milioni di dollari. Un elemento chiave della strategia comprende il ridimensionamento del personale amministrativo in Svizzera. In aggiunta, si valutano integrazioni tra le divisioni per consolidare le operazioni.

Situazione Post-Acquisizione

L’acquisizione di Credit Suisse ha ampliato significativamente gli asset gestiti, portandoli a circa 1,6 trilioni di dollari. Nonostante questo aumento, il settore ha visto un rallentamento nelle raccolte fondi e una diminuzione del 5% nel profitto operativo lordo prima delle imposte nel 2023, rispetto all’anno precedente.

Prospettive e Obiettivi Futuri

UBS punta a integrare più strettamente la gestione della ricchezza con quella degli asset, massimizzando le sinergie e offrendo servizi personalizzati ai clienti ultra-abbienti. La direzione di quest’area è affidata a Iqbal Khan, ex banchiere di Credit Suisse, il quale gioca un ruolo cruciale nel rafforzare i legami tra le divisioni e ottimizzare le operazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: