619 Visualizzazioni

Terroristi nucleari: la Russia solleva nuove accuse contro l’Ucraina

16 Lug 2023 - Geopolitica

Terroristi nucleari: la Russia solleva nuove accuse contro l’Ucraina

La Russia torna a lanciare accuse di “terrorismo nucleare” contro l’Ucraina, affermando che Kiev stia puntando i propri droni verso le centrali nucleari russe, azioni che potrebbero causare “un disastro su larga scala” in Europa. La dichiarazione è della portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, e arriva dopo un presunto attacco con un drone ucraino sulla città di Kurchatov, nella regione di Kursk, confinante con l’Ucraina.

Sebbene Kiev non abbia confermato l’attacco, Zakharova sostiene che l’obiettivo del drone fosse la centrale nucleare situata a Kurchatov. Secondo la portavoce, tali azioni “dimostrano ancora una volta che il regime di Kiev ha intrapreso la strada dell’utilizzo di metodi di terrorismo nucleare”.

Zakharova ha inoltre esortato l’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica (AIEA) e l’ONU a “prestare molta attenzione” e a “condannare il comportamento irresponsabile di Kiev”.

L’accusa giunge in un momento di crescente tensione riguardo al pericolo nucleare in Ucraina ed Europa, con la paura continua di un potenziale incidente nella centrale nucleare di Zaporizhzhia, attualmente occupata dai russi e sotto minaccia di una controffensiva ucraina.

Nel frattempo, l’Ucraina sta monitorando attentamente la presenza di un grande convoglio del gruppo paramilitare Wagner, che si sta spostando attraverso la Bielorussia. Il convoglio, composto da almeno 60 veicoli, è stato segnalato dal gruppo di monitoraggio bielorusso Gayun.

Parallelamente alla guerra sul campo, l’Ucraina sta cercando un maggiore sostegno da parte dell’Occidente. Secondo il New York Times, nelle prime due settimane della sua controffensiva, l’Ucraina ha perso fino al 20% del suo armamento, inclusi gli equipaggiamenti forniti dagli alleati. Tuttavia, le perdite sono diminuite al 10% grazie al cambio di tattica da parte dell’Ucraina, che ora punta più su artiglieria e missili a lungo raggio.

In questo scenario, la geopolitica continua a giocare un ruolo importante nel conflitto. La Russia e la Cina stanno intensificando la loro cooperazione militare, con esercitazioni navali congiunte previste per quest’anno. Inoltre, il presidente russo Vladimir Putin sta preparando un vertice Russia-Africa per la fine di luglio, che potrebbe rafforzare ulteriormente i legami tra la Russia e le nazioni africane.

In sintesi, la minaccia nucleare continua a essere uno spettro nel conflitto tra Russia e Ucraina, con implicazioni potenzialmente disastrose per l’intera regione europea. Le accuse di “terrorismo nucleare” da parte della Russia contro l’Ucraina elevano ulteriormente le tensioni e il livello di preoccupazione internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: