101 Visualizzazioni

La controffensiva ucraina a Bakhmut intrappola i soldati russi nella città

11 Lug 2023 - Geopolitica

La controffensiva ucraina a Bakhmut intrappola i soldati russi nella città

Nel contesto del conflitto in corso tra Ucraina e Russia, la città di Bakhmut, situata nell’Est dell’Ucraina, è diventata il fulcro di intense operazioni militari. Le forze ucraine affermano di aver intrappolato i soldati russi a Bakhmut, portando alla liberazione di un’ampia area circostante. Mentre le truppe ucraine festeggiano i loro successi, la situazione nel Donbass rimane incerta, con segnalazioni di attacchi russi nel Donetsk.

Il Contrattacco Ucraino e la Liberazione di Bakhmut

Dopo settimane di scontri violenti, l’esercito ucraino ha lanciato un contrattacco nella regione di Bakhmut a metà maggio. Le forze armate ucraine affermano di aver progressivamente liberato un’area di circa 169 km quadrati, equivalente alla dimensione della città di Odessa. Questi progressi includono anche l’avanzamento delle truppe ucraine lungo le direttrici di Melitopol e Berdiansk, segnando un cambiamento significativo nella situazione sul terreno.
Durante le operazioni militari a Bakhmut, la Russia si è avvalsa delle forze del gruppo paramilitare noto come la Compagnia di Mercenari Wagner, guidata da Evgheny Prigozhin. Tuttavia, tra la fine di maggio e l’inizio di giugno, la Wagner ha abbandonato l’area, consentendo alle forze ucraine di intensificare il loro contrattacco. Il comandante delle forze di terra ucraine, generale Oleksandr Syrskyi, ha dichiarato su Telegram che la città di Bakhmut è sotto il controllo del fuoco delle Forze di Difesa, indicando il successo dell’operazione ucraina.

La Situazione nel Donbass

Nonostante i successi ottenuti a Bakhmut, la situazione nel Donbass rimane incerta. Nel Donetsk, sono stati segnalati attacchi delle forze russe, con circa trenta scontri riportati nelle ultime 24 ore. Tuttavia, questi scontri non sembrano aver prodotto cambiamenti sostanziali negli equilibri strategici sul terreno.
Il conflitto nel Donbass, che dura ormai da diversi anni, ha causato gravi sofferenze umane e ha avuto un impatto significativo sulla stabilità regionale. Nonostante gli sforzi diplomatici per trovare una soluzione pacifica, la situazione rimane tesa, e gli scontri continui rappresentano un costante pericolo per la popolazione civile e il mantenimento della pace nella regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: