413 Visualizzazioni

Tensione in Niger: Proteste Davanti all’Ambasciata Francese con bandiere russe

30 Lug 2023 - Geopolitica

Tensione in Niger: Proteste Davanti all’Ambasciata Francese con bandiere russe

Niamey, la capitale del Niger, è stata il palcoscenico di una manifestazione di grande portata contro la Francia. “Migliaia” di manifestanti si sono radunati davanti all’ambasciata francese, innalzando slogan a sostegno dei golpisti del generale Tchiani e sventolando bandiere russe. Le Figaro, il quotidiano francese, ha riportato una situazione di tensione palpabile attraverso il resoconto di uno dei suoi giornalisti sul posto.

La Francia, che si è espressa chiaramente contro il riconoscimento dei golpisti, ha annunciato ieri la sospensione della cooperazione bilaterale con il Niger. Lo stesso provvedimento è stato preso dall’Unione Europea. Le autorità hanno risposto alle proteste con lanci di gas lacrimogeno, disperdendo i manifestanti.

Il ministero degli esteri francese, il Quai d’Orsay, ha condannato gli atti di violenza che si sono concentrati intorno alla loro ambasciata, esigendo dalle autorità nigerine garanzie per la sicurezza dell’edificio e del personale. Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha messo in chiaro che la Francia non tollererà attacchi contro i suoi cittadini, l’esercito o i diplomatici. Secondo quanto riportato dai media francesi, chiunque attaccherà gli interessi francesi dovrà aspettarsi una risposta immediata e irrevocabile.

Nel frattempo, i leader golpisti lanciano un avvertimento contro possibili interventi militari nel paese. L’Ecowas (Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale) si è riunita in un summit d’emergenza che potrebbe decidere sanzioni contro Niamey. Il portavoce della giunta, il colonnello Amadou Abdramane, ha dichiarato in un discorso televisivo che l’obiettivo del vertice sarebbe approvare un piano di aggressione contro il Niger, prevedendo un intervento militare a Niamey.

Il portavoce ha poi lanciato un monito diretto: “Vogliamo ricordare ancora una volta all’Ecowas e a qualsiasi altro avventuriero la nostra determinazione a difendere la nostra patria”. Di fronte alla potenziale minaccia di un intervento militare, il Niger si trova su un terreno instabile e in un clima di crescente tensione. La situazione rimane in evoluzione, con l’intera regione e la comunità internazionale in attesa di sviluppi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: