110 Visualizzazioni

Si infiamma lo scontro tra Yevgheny Prigozhin e i vertici della Difesa russi

24 Giu 2023 - Geopolitica

Si infiamma lo scontro tra Yevgheny Prigozhin e i vertici della Difesa russi

La Russia è attualmente teatro di una situazione di tensione crescente, con uno scontro sempre più acceso tra Yevgheny Prigozhin, capo della società privata di mercenari Wagner, e i vertici della Difesa russi. Prigozhin ha lanciato un appello ai soldati russi per unire le forze e fermare i capi militari di Mosca, accusandoli di corruzione e ingiustizie.

L’audio di Prigozhin

In un audio diffuso, Prigozhin ha affermato che il gruppo Wagner ha deciso di porre fine alle responsabilità militari dei vertici russi, senza però definire l’azione come un colpo di stato militare, ma come uno sforzo per ripristinare la “giustizia”. Ha dichiarato che il ministro della Difesa, Sergei Shoigu, sarà “fermato” e ha accusato l’esercito russo di bombardare il suo gruppo su ordine di Shoigu.

Le reazioni di Mosca

Tuttavia, Mosca ha prontamente bollato queste dichiarazioni come “false”. Il Cremlino ha risposto alla situazione, con il presidente Vladimir Putin che è stato informato dell’accaduto. Il comitato nazionale antiterrorismo di Mosca ha aperto un procedimento penale “per invito alla ribellione armata” in seguito alle dichiarazioni di Prigozhin. Il comitato ha anche chiesto a Prigozhin di interrompere le sue azioni illegali.

L’intervento dei servizi di intelligence russi

Anche l’Fsb, i servizi di intelligence interna russi, è intervenuto nella situazione, chiedendo ai mercenari del gruppo Wagner di disobbedire agli ordini di Prigozhin e di “arrestarlo”. L’Fsb ha affermato che Prigozhin ha effettivamente chiesto l’inizio di un conflitto civile armato in Russia e ha colpito alle spalle i militari russi.

Posti di blocco sull’autostrada e stato di allerta

Di conseguenza, il dipartimento di Mosca dell’Fsb è in stato di allarme e ha istituito posti di blocco sull’autostrada M4, che collega la capitale russa a Rostov. Sulle strade, ai soldati di guardia è stato ordinato di aprire il fuoco “in caso di minaccia”. Sono stati avvistati anche veicoli corazzati nel centro di Rostov, vicino al quartier generale del distretto militare meridionale.

Reazioni ucraine

La situazione ha suscitato preoccupazione anche in Ucraina, con il comandante delle forze di terra ucraine, generale Oleksandr Syrskyi, che ha commentato la rivolta annunciata da Prigozhin contro i vertici militari russi. Ha affermato che la “fragile dittatura di Putin è caduta” e ha sottolineato che lo scontro interno russo potrebbe favorire le “brigate d’assalto addestrate” dell’Ucraina, che mirano a liberare il Paese e i territori contesi.

La situazione è in continua evoluzione, con dichiarazioni contrastanti e reazioni da parte di diverse parti coinvolte. L’instabilità crescente in Russia e i suoi possibili impatti sulla regione sollevano serie preoccupazioni riguardo alla sicurezza e alla stabilità nell’area. Molti osservatori internazionali rimangono in attesa di ulteriori sviluppi e di come questa situazione complessa si evolverà nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: