150 Visualizzazioni

Sventato un complotto per uccidere il presidente ucraino: arrestata una spia al soldo di Mosca

8 Ago 2023 - Geopolitica

Sventato un complotto per uccidere il presidente ucraino: arrestata una spia al soldo di Mosca

L’Ucraina ha evitato per un soffio una tragedia che avrebbe potuto scatenare una guerra aperta con la Russia. Il Servizio di sicurezza dell’Ucraina (Sbu) ha annunciato di aver fermato una donna che stava fornendo informazioni segrete ai servizi russi per organizzare un attacco aereo contro il presidente Volodymyr Zelensky.

La donna, che lavorava in un negozio all’interno di una base militare nella regione di Mykolaiv, era stata reclutata da un agente russo che le aveva promesso una ricompensa in cambio dei suoi servizi. La spia russa era interessata ai dettagli della visita di Zelensky nella zona, prevista per il 27 luglio, quando il capo dello Stato doveva inaugurare un centro medico per i feriti al fronte.

L’obiettivo dei russi era di colpire il presidente ucraino con un missile o un drone, sfruttando le informazioni sulla sua posizione e sui suoi spostamenti fornite dalla donna. Tuttavia, i servizi ucraini sono riusciti a intercettare le comunicazioni tra la spia e il suo contatto russo e a arrestarla prima che potesse trasmettere i dati cruciali.

Zelensky ha confermato di essere stato informato del tentativo di attentato e ha ringraziato i suoi uomini per aver sventato il complotto. Ha anche sottolineato che la minaccia russa è sempre presente e che l’Ucraina deve essere pronta a difendersi da ogni aggressione.
La donna arrestata rischia fino a 12 anni di carcere per alto tradimento e spionaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: