506 Visualizzazioni

La Russia annuncia che non ci sono le condizioni per una soluzione politica in Ucraina

29 Giu 2023 - Russia

La Russia annuncia che non ci sono le condizioni per una soluzione politica in Ucraina

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha dichiarato che non ci sono le condizioni per risolvere la situazione in Ucraina attraverso mezzi politici e diplomatici. Secondo Peskov, la Russia continuerà con la sua “operazione militare speciale” nel paese. Questa dichiarazione è stata riportata dall’agenzia di stampa russa Tass.

Nulla di nuovo tra Zuppi e Ushakov

Nel frattempo, non è stato raggiunto alcun accordo specifico nel colloquio tra Yuri Ushakov, consigliere del presidente russo Vladimir Putin, e il cardinale Matteo Zuppi. Tuttavia, Peskov ha affermato che il dialogo proseguirà se necessario, come riportato dall’agenzia Interfax. Peskov ha anche dichiarato di non sapere dove si trovi il capo della compagnia militare privata Wagner, Yevgeny Prigozhin, e ha suggerito ai giornalisti di rivolgersi al ministero della Difesa per ulteriori informazioni. Queste notizie sono state riportate dalle agenzie di stampa russe.

Missione per i bambini deportati in Russia

Nel frattempo, il cardinale Matteo Zuppi ha incontrato a Mosca Maria Llova-Belova, la commissaria russa per i diritti dei bambini. Entrambi sono oggetto di un ordine di arresto emesso dalla Corte penale internazionale, con l’accusa di deportazione di bambini dall’Ucraina. I dettagli dell’incontro non sono stati resi noti.

L’Ucraina vuole entrare nella NATO

Nel contesto delle recenti tensioni, il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha elogiato Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO, per i suoi sforzi nel rendere il prossimo vertice NATO di Vilnius un successo. Kuleba ha twittato che l’Ucraina sta continuando a lavorare attivamente con tutti gli alleati della NATO per convincerli che è giunto il momento di chiarire l’adesione dell’Ucraina all’Alleanza.

Bombardamento russo a Kramatorks

Nel frattempo, fonti russe citate dall’agenzia Ria Novosti riportano che due generali ucraini e decine di soldati, tra cui 20 “mercenari stranieri”, sono stati uccisi nel bombardamento russo su Kramatorsk. La situazione sul terreno rimane tesa, con l’Ucraina che sta conducendo esercitazioni speciali su larga scala per prepararsi a un possibile attacco terroristico russo alla centrale nucleare occupata di Zaporizhzhia.

Offensiva Ucraina

Le forze ucraine stanno anche facendo progressi nel sud e nell’est del paese, avanzando verso diverse località. Tuttavia, il nemico continua la sua offensiva in altre zone. La viceministra della Difesa ucraina, Anna Malyar, ha riferito su Telegram che le truppe ucraine stanno facendo progressi significativi e infliggendo gravi perdite al nemico. Le forze ucraine stanno consolidando le linee raggiunte e cercando di dissanguare il potenziale offensivo del nemico.

Vittime civili

Le violenze hanno purtroppo causato vittime civili. Una persona è stata uccisa e un’altra ferita in un attacco russo nella regione di Kherson. L’esercito russo ha sparato con l’artiglieria contro la comunità di Bilozerska, causando gravi ferite alla testa e la morte di una residente locale. Le autorità ucraine stanno monitorando attentamente la situazione e continuano a fornire aggiornamenti sulla situazione sul campo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: