155 Visualizzazioni

Putin ed Erdogan a Sochi: il futuro delle esportazioni di grano sul Mar Nero in bilico

4 Set 2023 - Europa

Putin ed Erdogan a Sochi: il futuro delle esportazioni di grano sul Mar Nero in bilico

In una mossa che potrebbe avere ripercussioni significative sulla stabilità alimentare globale, il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan s’incontreranno oggi per trovare un accordo sulla controversa questione dell’esportazione del grano.

L’incontro si svolge in un contesto in cui le tensioni internazionali sono alle stelle. Mosca, a luglio, ha scelto di non rinnovare l’accordo precedentemente stabilito, che assicurava corridoi sicuri per le esportazioni di grano via mare attraverso il Mar Nero. La decisione di Mosca si è radicata nella frustrazione per le sanzioni imposte dall’Occidente a sostegno dell’Ucraina, sanzioni che hanno impedito alla Russia di esportare liberamente il suo grano e i suoi fertilizzanti.

Erdogan ha subito chiesto alla Russia di revocare il blocco, sottolineando non solo l’importanza dell’accordo per la sicurezza alimentare mondiale, ma anche la necessità di assicurare stabilità e sicurezza nella regione del Mar Nero.

Putin, tuttavia, ha fatto capire che la Russia non ha intenzione di tornare indietro facilmente. Ha imposto condizioni per la reintroduzione dell’accordo e ha richiesto un alleggerimento delle sanzioni occidentali. Con il primo incontro tra i due leader dal momento della rielezione di Erdogan a maggio, le aspettative sono alte.

Erdogan, rappresentando un Paese membro della NATO, ha assunto una posizione insolita nel conflitto, agendo come mediatore tra Russia e Ucraina e scegliendo di non unirsi alle sanzioni occidentali.

L’Ucraina, un Paese fortemente agricolo, ha subito pesanti perdite economiche a seguito della sospensione dell’accordo. L’anno scorso, prima della sospensione, il Paese aveva esportato un impressionante quantitativo di circa 33 milioni di tonnellate di grano e altri prodotti agricoli. Per una nazione già travagliata da conflitti e instabilità, le entrate derivanti dalle esportazioni sono vitali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: