66 Visualizzazioni

Nuovo Memo del Pentagono: Dubbi sull’Irruzione a Mar-a-Lago di Trump

23 Mag 2024 - USA

Un documento del 2015 rivela che il governo potrebbe già possedere i documenti sequestrati a Mar-a-Lago. AFL solleva interrogativi sulla giustificazione dell'irruzione dell'FBI.

Nuovo Memo del Pentagono: Dubbi sull’Irruzione a Mar-a-Lago di Trump

Una recente scoperta potrebbe cambiare il corso delle indagini sull’ex Presidente Donald Trump. Un memo del Dipartimento della Difesa risalente all’era Obama sembra indicare che il governo federale già possedeva copie originali dei documenti sequestrati nella residenza di Trump a Mar-a-Lago nel 2022. Fox News Digital ha ottenuto in esclusiva queste informazioni da America First Legal (AFL), un gruppo legale conservatore.

Dettagli del Memo e la Risposta del Dipartimento della Difesa

Il memo, intitolato “Memorandum of Understanding Entered into by Presidential Information Technology Community Entities,” risale al 2015, poco dopo una violazione informatica russa alla rete dell’Ufficio Esecutivo del Presidente. In risposta, l’allora Presidente Barack Obama creò il Presidential Information Technology Community (PITC) per proteggere meglio il ramo esecutivo. Questo organismo, composto da rappresentanti di varie agenzie federali, tra cui il Dipartimento della Difesa e la Sicurezza Nazionale, stabilì che il presidente controlla le informazioni ricevute tramite la rete PITC.

Implicazioni Legali e Politiche

America First Legal ha dichiarato che il memo conferma come il Dipartimento della Difesa gestisca e mantenga le risorse informative fornite al Presidente, Vice Presidente e Ufficio Esecutivo del Presidente. AFL sostiene che ciò potrebbe significare che il governo aveva già in possesso una parte significativa, se non tutti, dei documenti classificati di Trump. Questo solleva seri dubbi sulla giustificazione dell’irruzione dell’FBI a Mar-a-Lago.

Reazioni e Dichiarazioni Ufficiali

La scoperta del memo ha provocato reazioni contrastanti. Dan Epstein, Vice Presidente di America First Legal, ha dichiarato che la scoperta dipinge un quadro preoccupante dello stato di diritto a Washington. Epstein ha sottolineato che un ex Presidente degli Stati Uniti è stato oggetto di una segnalazione politicizzata che ha portato a un’irruzione armata nella sua residenza, e ora è soggetto a un procedimento giudiziario.

Risposta del Dipartimento della Difesa e del Governo

Il Dipartimento della Difesa ha dichiarato a Fox News Digital di non avere nulla da aggiungere riguardo al memo. La Casa Bianca e il Dipartimento di Giustizia non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento. L’FBI ha sequestrato 33 scatole di documenti da Mar-a-Lago nell’agosto 2022, scatenando una nuova battaglia legale che Trump ha definito una “truffa.”

Prospettive Future dell’Indagine

L’indagine, supervisionata dal procuratore speciale Jack Smith, ha portato Trump ad affrontare 40 capi d’accusa, tra cui la presunta violazione dell’Espionage Act e l’ostruzione della giustizia. Trump ha dichiarato di non essere colpevole, denunciando il caso come una “truffa di interferenza elettorale” promossa dall’amministrazione Biden e dal “deranged Jack Smith.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: