326 Visualizzazioni

Senato USA Sfida Trump: Approvato Pacchetto da 95 Miliardi per Ucraina, Israele e Taiwan

13 Feb 2024 - USA

Senato USA Sfida Trump: Approvato Pacchetto da 95 Miliardi per Ucraina, Israele e Taiwan

Dopo una lunga notte di dibattiti e ostruzionismo da parte dei senatori più conservatori e sostenitori di Donald Trump, il Senato degli Stati Uniti ha raggiunto un importante traguardo. Con un voto all’alba, ha approvato un pacchetto di aiuti da 95 miliardi di dollari, di cui 60 miliardi destinati all’Ucraina, oltre a fondi per Israele e Taiwan. Questa decisione ha visto un ampio sostegno bipartisan, con 70 voti favorevoli e 29 contrari, segnando una significativa sfida a Donald Trump, che aveva esortato a bocciare la legge, preferendo che gli aiuti fossero considerati prestiti anziché donazioni.

Zelensky Esprime Gratitudine per l’Assistenza USA

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha espresso la sua gratitudine attraverso un post su X, ringraziando Chuck Schumer, Mitch McConnell, e tutti i senatori statunitensi per il loro sostegno. Ha sottolineato l’importanza dell’assistenza americana, che contribuisce a salvare vite umane dall’aggressione russa e avvicina la pace in Ucraina, oltre a promuovere la stabilità globale. Questo sostegno, secondo Zelensky, non solo aiuta l’Ucraina ma incrementa anche la sicurezza e la prosperità per gli Stati Uniti e il mondo libero.

Le Pressioni di Trump e le Reazioni alla Camera

Nonostante il successo al Senato, le pressioni di Trump potrebbero influenzare diversamente la maggioranza repubblicana alla Camera. Lo Speaker Mike Johnson ha già espresso la sua intenzione di non portare il pacchetto approvato al Senato al voto alla Camera, criticando la mancanza di misure sull’immigrazione, un tema sensibile per il partito. Tuttavia, il forte sostegno bipartisan al Senato potrebbe fungere da segnale per la Camera, indicando un ampio supporto trasversale per le misure proposte.

Un Messaggio Chiaro a Putin e agli Alleati

Chuck Schumer, leader della maggioranza al Senato, ha interpretato il voto come una dimostrazione della fermezza e della determinazione americana, inviando un messaggio chiaro a Vladimir Putin e rafforzando l’impegno degli USA nei confronti degli alleati NATO. Anche Mitch McConnell ha criticato apertamente i colleghi conservatori e filo-Trump per il loro tentativo di bloccare i fondi, sottolineando l’importanza degli interessi globali degli Stati Uniti e la responsabilità come leader mondiale. Queste dichiarazioni rappresentano una netta presa di posizione contro l’isolazionismo promosso da Trump e il suo slogan “America first”.

Questo episodio nel Senato USA evidenzia non solo le dinamiche interne al partito repubblicano ma anche l’impegno bipartisan per sostenere alleati internazionali cruciali come l’Ucraina, Israele e Taiwan, nonostante le pressioni politiche interne e le divergenze ideologiche. La decisione riflette l’importanza di mantenere una posizione unita di fronte alle sfide globali, promuovendo la pace, la sicurezza e la stabilità internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: