77 Visualizzazioni

Marcello Dell’Utri non risponderà agli interrogatori riguardanti i presunti mandanti delle stragi mafiose del 1993

19 Lug 2023 - Italia

Marcello Dell’Utri non risponderà agli interrogatori riguardanti i presunti mandanti delle stragi mafiose del 1993

Marcello Dell’Utri, l’ex senatore e co-fondatore di Forza Italia, ha deciso di non rispondere agli interrogatori programmati dagli inquirenti fiorentini, nell’ambito dell’inchiesta sui presunti mandanti occulti delle stragi mafiose del 1993. L’interrogatorio, previsto per oggi, non avrà quindi luogo. L’informazione proviene da ambienti giudiziari di Firenze.

Dell’Utri è attualmente indagato dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) e, di recente, è stato oggetto di una perquisizione. Secondo i pm, Dell’Utri avrebbe “istigato l’organizzazione delle stragi per favorire l’affermazione di Forza Italia”. Si tratta di una tesi che i legali di Dell’Utri, in particolare l’avvocato Francesco Centonze, hanno definito nei giorni scorsi come “del tutto incredibile e fantasiosa”.

Le stragi mafiose del 1993, che colpirono Firenze, Milano e Roma, rappresentano uno dei momenti più bui nella storia dell’Italia recente, causando 10 morti e 93 feriti. Da allora, si è cercato di far luce sui responsabili e sui possibili mandanti occulti di questi atti terroristici.

Il coinvolgimento dell’ex senatore in questi fatti risale a molti anni fa, quando nel 2002 venne condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa. Una condanna confermata poi in appello e in Cassazione nel 2010.

Dell’Utri è da sempre stato una figura controversa nel panorama politico italiano, co-fondatore del partito di Forza Italia con Silvio Berlusconi, è stato spesso al centro di polemiche e inchieste legate al suo presunto legame con la mafia. La decisione di avvalersi della facoltà di non rispondere agli interrogatori non fa altro che aggiungere un ulteriore tassello al complesso puzzle delle stragi del ’93, una ferita ancora aperta nella memoria collettiva italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: