47 Visualizzazioni

L’Europa sostiene l’Italia: Ylva Johansson visita l’hotspot di Lampedusa in segno di solidarietà

4 Lug 2023 - Europa

L’Europa sostiene l’Italia: Ylva Johansson visita l’hotspot di Lampedusa in segno di solidarietà

La commissaria europea agli Affari Interni, Ylva Johansson, ha visitato l’hotspot di Lampedusa insieme al ministro dell’Interno italiano, Matteo Piantedosi, sottolineando l’importanza dell’unità e della solidarietà tra gli Stati membri dell’Unione europea nel fronteggiare il fenomeno della migrazione. Durante una conferenza stampa, Johansson ha elogiato il lavoro svolto a Lampedusa e ha ribadito che l’Italia non è da sola in questa sfida, poiché si tratta di una questione europea.

La commissaria ha evidenziato la pressione migratoria a cui l’Italia è costantemente sottoposta, con più di 65.000 migranti arrivati nel paese quest’anno, molti dei quali a Lampedusa. Ha riconosciuto gli sforzi del governo italiano, delle associazioni, della Guardia costiera e della polizia nel gestire la situazione. In particolare, ha elogiato il lavoro della Croce Rossa nel migliorare le condizioni dell’hotspot in tempi brevi.

Johansson ha sottolineato che la sfida migratoria non riguarda solo l’Italia, ma l’intera Europa. Durante l’ultimo consiglio a Bruxelles, è stata raggiunta una maggioranza solida sulla questione migratoria, dimostrando che è possibile raggiungere un compromesso. La proposta prevede il principio di solidarietà tra gli Stati membri, mentre i ricollocamenti non sono obbligatori. La commissaria ha anche sottolineato che l’Unione europea desidera fare di più finanziariamente, ma ciò richiede anche una legislazione europea solida.

Il ministro Piantedosi ha ribadito l’importanza di Lampedusa come punto di primo approdo e ha espresso gratitudine per la presenza della commissaria Johansson. Ha sottolineato l’impegno nel contrastare il traffico di esseri umani e ha dichiarato che l’Italia condivide l’obiettivo di combattere questo fenomeno con le istituzioni europee.

Entrambi hanno sottolineato che non esistono soluzioni miracolose per la gestione delle migrazioni, ma si stanno costruendo strumenti per una gestione più ordinata del fenomeno, tenendo conto degli aspetti umanitari e della sicurezza, come la lotta al traffico di esseri umani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: