98 Visualizzazioni

Francia in stato di allerta dopo la morte del ragazzo adolescente

29 Giu 2023 - Europa

Francia in stato di allerta dopo la morte del ragazzo adolescente

La Francia è in preda a un clima di tensione e violenza in seguito alla morte di un diciassettenne di nome Nahel, avvenuta per mano di un poliziotto a Nanterre, una periferia di Parigi. Le proteste e gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine si sono intensificati, culminando in incendi dolosi, danneggiamenti e scontri in diverse città francesi. Le autorità si trovano ora ad affrontare una situazione critica, con l’allerta dichiarata in tutto il paese per la terza notte consecutiva.

Il contesto di violenza

Nanterre, luogo in cui è avvenuto l’omicidio di Nahel, è stato il centro di gravi incidenti durante la “marcia bianca” in sua memoria. Una banca è stata incendiata, minacciando le abitazioni circostanti e provocando un pericolo per la sicurezza dei residenti. In altre città come Marsiglia e Lione, si sono verificati scontri tra manifestanti e polizia, con danneggiamenti a edifici pubblici e incendi dolosi. Le autorità francesi hanno espresso preoccupazione per una possibile propagazione delle violenze nelle prossime notti, con azioni mirate contro le forze dell’ordine e i simboli dello Stato.

La reazione delle autorità

Il governo francese ha annunciato l’impiego di un numero significativo di forze dell’ordine, con 40.000 poliziotti e gendarmi schierati in tutto il paese. Parigi e le sue periferie saranno sorvegliate da 5.000 agenti. Unità specializzate, come il Gign e il Raid, sono state mobilitate per affrontare situazioni di particolare criticità. Le autorità hanno anche analizzato i social network, rilevando una volontà da parte di gruppi estremisti di estrema sinistra di convergere nella lotta contro la violenza della polizia.

Le dichiarazioni dei ministri

Di fronte alla rivolta, il governo ha sospeso tutti i movimenti non essenziali dei ministri previsti per il giorno, in segno di preoccupazione per la situazione. Il ministro della Giustizia, Eric Dupond Moretti, ha dichiarato che coloro che criticano la polizia e la giustizia sono complici morali degli atti di violenza in corso. Ha sottolineato che è il momento di mostrare empatia per la morte di un ragazzo di 17 anni e ha invitato alla calma e alla responsabilità nel linguaggio utilizzato.

Le misure di sicurezza aggiuntive

Per garantire la protezione degli agenti del trasporto pubblico e dei passeggeri, i tram e i bus nell’Ile-de-France, la regione di Parigi, interromperanno il servizio dalle 21. Questa decisione è stata presa in coordinamento con la prefettura di polizia e gli operatori dei trasporti.

La non istituzione dello stato d’emergenza

Nonostante le richieste di alcune voci politiche di destra, le autorità francesi hanno dichiarato che al momento non si sta prendendo in considerazione l’istituzione dello stato d’emergenza. Durante la riunione di crisi presieduta dal presidente Emmanuel Macron, nessun rappresentante del ministero dell’Interno ha espresso la necessità di attivare tale dispositivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: