111 Visualizzazioni

L’economista Christopher Ellis: L’aumento dei populismi legato alla disuguaglianza economica

21 Giu 2023 - Approfondimenti Politici

L’economista Christopher Ellis: L’aumento dei populismi legato alla disuguaglianza economica

Introduzione

Durante il workshop internazionale organizzato dal Central European Program in Economic Theory (Cepet) a Udine, l’economista Christopher Ellis, professore presso l’Università dell’Oregon (USA), ha sottolineato che i populismi stanno crescendo in Europa e nel mondo intero a causa dell’aumento della disuguaglianza economica e della volatilità del reddito. Secondo Ellis, questa situazione spinge le persone a rivolgersi ai politici populisti in cerca di soluzioni semplici ai problemi economici, anche se tali soluzioni offrono redditi inferiori rispetto a quelle proposte dai politici tradizionali.

Il ruolo del Central European Program in Economic Theory (Cepet)

Il Cepet, fondato nel 1999 dagli economisti Giulio Codognato dell’Università di Udine e Nick Baigent della London School of Economics, è un centro studi di teoria economica. Il workshop coinvolge esperti provenienti da diversi Paesi e affronta temi quali la teoria della crescita, le dinamiche macroeconomiche, l’economia ambientale e la popolarità dei populisti. L’obiettivo del Cepet è quello di promuovere l’interazione tra gli economisti per sviluppare nuove teorie che aiutino a comprendere la complessità del mondo contemporaneo.

Le cause dell’ascesa dei populisti

Secondo Ellis, i populisti offrono soluzioni economiche semplici che promettono un reddito alle persone, anche se questo reddito di solito è inferiore a quello proposto dai politici tradizionali. L’aumento della disuguaglianza economica e il rischio crescente legato al reddito spingono sempre più persone verso il populismo nel tempo. Ellis sottolinea che una buona soluzione per contrastare l’ascesa dei populismi è un solido sistema sociale e di welfare, poiché la redistribuzione economica riduce la necessità di assicurazioni private offerte dai populisti.

Conclusioni

La disuguaglianza economica e la volatilità del reddito sono fattori chiave che contribuiscono all’aumento dei populismi in Europa e nel mondo. Secondo l’economista Christopher Ellis, la promessa di soluzioni semplici da parte dei politici populisti attrae le persone, nonostante il livello di reddito offerto sia spesso inferiore rispetto a quello proposto dai politici tradizionali. Per contrastare questa tendenza, Ellis sostiene l’importanza di un solido sistema sociale e di welfare che riduca la dipendenza dalle assicurazioni private offerte dai populisti. Il workshop organizzato dal Cepet rappresenta un’occasione per gli economisti di confrontarsi e sviluppare teorie che aiutino a comprendere meglio la complessità del mondo contemporaneo e a elaborare soluzioni efficaci per affrontare i problemi socioeconomici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: