93 Visualizzazioni

La Moglie di Navalny Sfida Putin Dopo che il Tribunale di Mosca Ha Emesso un Mandato di Arresto!

9 Lug 2024 - Russia

Yulia Navalnaya, vedova del dissidente russo Alexei Navalny, risponde con parole forti al mandato di arresto emesso contro di lei.

La Moglie di Navalny Sfida Putin Dopo che il Tribunale di Mosca Ha Emesso un Mandato di Arresto!

Un tribunale di Mosca ha emesso un mandato di arresto per Yulia Navalnaya, vedova del leader dell’opposizione russa Alexei Navalny. Le accuse contro di lei riguardano la presunta “partecipazione a un’organizzazione estremista”. Questo provvedimento è stato preso nonostante Navalnaya viva all’estero.

Accuse di Estremismo

Secondo l’agenzia di stampa Tass, le accuse sono state formulate in sua assenza. Yulia Navalnaya sarebbe coinvolta in attività estremiste, secondo le autorità russe. Questo sviluppo segue la tragica morte di Alexei Navalny, avvenuta in una prigione nel Circolo Polare Artico. Le autorità russe hanno dichiarato che la morte è stata causata da ragioni naturali. Tuttavia, la vedova sostiene che suo marito sia stato “torturato, affamato, isolato e ucciso” per ordine del presidente russo Vladimir Putin.

Reazioni e Condanne

Navalny stava scontando una pena di 19 anni per accuse di estremismo, considerate da molti come politicamente motivate. In risposta al mandato di arresto, Yulia Navalnaya ha scritto su X: “Vladimir Putin è un assassino e un criminale di guerra. Il suo posto è in prigione, in Russia, nella stessa cella in cui ha ucciso Alexei”.

Decisioni del Tribunale

Il tribunale moscovita ha stabilito che Yulia Navalnaya debba essere trattenuta e dichiarata ricercata. Questo implica che verrebbe arrestata se mettesse piede in Russia. Le accuse potrebbero essere legate a una decisione del tribunale di Mosca del giugno 2021, che ha dichiarato tre organizzazioni legate a Navalny come “estremiste”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: