66 Visualizzazioni

Il Dibattito sull’Esposizione Pubblica delle Indagini Finanziarie: Tutela dei Consumatori o Rischio per le Aziende?

10 Mag 2024 - Finanza

Nonostante le critiche dal settore finanziario e politico, il Governatore della Banca d'Inghilterra, Andrew Bailey, difende la necessità di rivelare pubblicamente le aziende sotto indagine per tutelare i consumatori e prevenire danni.

Il Dibattito sull’Esposizione Pubblica delle Indagini Finanziarie: Tutela dei Consumatori o Rischio per le Aziende?

Andrew Bailey, governatore della Banca d’Inghilterra, ha sostenuto che i regolatori finanziari debbano avere la facoltà di identificare le imprese oggetto di indagine, quando necessario a tutela dei consumatori. Questa affermazione giunge dopo le critiche provenienti dal mondo industriale e politico, che esprimono preoccupazione per il rischio di stigmatizzare imprese innocenti. La Financial Conduct Authority (FCA) , diretta in precedenza da Bailey prima della sua nomina alla BoE, ha avanzato la proposta di rendere pubbliche le identità delle aziende coinvolte nelle indagini fin dalle prime fasi, qualora fosse nell’interesse della collettività, anziché attendere l’esito dell’inchiesta.

Opposizione alle Politiche Finanziarie

I piani hanno scatenato un’ampia opposizione sia da parte del settore finanziario che del ministero delle finanze. Secondo quanto affermato dall’FCA, tali piani avrebbero lo scopo di rafforzare la deterrenza, tuttavia le imprese nutrono preoccupazioni riguardo a ciò che percepiscono come una “esposizione pubblica”, temendo che possa influire negativamente sul valore delle loro azioni e sulla reputazione aziendale, anche nel caso in cui risultassero innocenti. Tale preoccupazione è giustificata dal fatto che le indagini possono protrarsi per mesi o anni. Bailey ha condiviso la sua esperienza presso l’FCA, la quale include anche una lunga indagine sulle scorrette consulenze pensionistiche fornite agli ex lavoratori dell’industria siderurgica. Questa esperienza gli ha insegnato che i consumatori potrebbero subire danni se non fosse loro consentito sapere che un’azienda è oggetto di un’indagine.

Rischio di Vendita Scorretta

Viene dichiarato che se un’indagine è in corso e non si possono rilasciare informazioni a riguardo, c’è il rischio evidente che ci siano pratiche di vendita scorrette nei confronti dei consumatori. Inoltre, si menziona che la FCA non ha ancora preso una decisione definitiva riguardo alla pubblicazione dei nomi delle aziende coinvolte nelle indagini, in considerazione del feedback ricevuto e dei criteri da adottare. Infine, il ministro dei servizi finanziari, Bim Afolami, esprime l’opinione che la FCA dovrebbe concentrarsi principalmente nel mantenere l’ordine nei mercati finanziari, con un obiettivo secondario di promuovere la competitività del Regno Unito come meta per gli investitori internazionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: