82 Visualizzazioni

Fentanyl in Italia: Prevenzione e Monitoraggio per Scongiurare una Crisi

9 Mag 2024 - Italia

Di fronte all'emergenza Fentanyl, l'Italia si mobilita con strategie di monitoraggio, educazione e cooperazione internazionale per prevenire una crisi sanitaria paragonabile a quella statunitense.

Fentanyl in Italia: Prevenzione e Monitoraggio per Scongiurare una Crisi

Il Fentanyl, potente oppioide sintetico, rappresenta una crescente preoccupazione in Italia, nonostante sia già un noto problema sociale negli Stati Uniti. Le autorità italiane vigilano attentamente per prevenire una simile crisi. Orazio Schillaci, Ministro della Salute, durante l’inaugurazione del Villaggio della Salute a Roma, ha evidenziato gli sforzi nazionali: “L’Italia è stata tra le prime in Europa a sollevare l’allarme riguardo a questo oppioide.”

Le Origini del Pericolo

Alfredo Mantovano, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ha rivelato che il Fentanyl arriva prevalentemente da siti web stranieri, soprattutto cinesi. “Si maschera dietro diverse forme, rendendo difficoltosa la tracciabilità delle sue transazioni, spesso effettuate in criptovalute,” ha detto Mantovano, sottolineando la necessità di monitorare costantemente il fenomeno.

La Risposta del Governo

La strategia del governo si articola su più fronti, incluso il monitoraggio intensivo del web. Antonio Tajani, Ministro degli Affari Esteri, ha sottolineato l’importanza di una cooperazione internazionale: “Stiamo lavorando con partner globali per affrontare questa minaccia non solo a livello nazionale ma anche internazionale.”

Educazione e Prevenzione

Il governo italiano non si limita alla sola vigilanza, ma promuove anche campagne di sensibilizzazione. Dal 10 giugno verranno trasmessi spot che illustrano gli effetti nocivi delle droghe, inclusi quelli del Fentanyl, per informare e proteggere i cittadini, specialmente i giovani.

Il Bilancio Attuale

Sabrina Rossi Strano, presidente dei tossicologi forensi, durante una recente conferenza ha illustrato la situazione attuale: “Nel 2023, il Fentanyl è stato riscontrato in quattro autopsie in Italia, e in uno di questi casi è stata la causa diretta della morte.” Questo dato allerta le autorità sulla presenza, seppur limitata, di questo oppioide nel territorio nazionale.

Le autorità italiane stanno implementando un piano complesso e multifacettato per combattere la diffusione del Fentanyl, unendo forze a livello nazionale e internazionale. L’obiettivo resta prevenire un’escalation simile a quella osservata negli USA, mantenendo alta la guardia e informando la popolazione sui pericoli di questa sostanza estremamente pericolosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: