625 Visualizzazioni

Centrodestra Italiano: Alleanze e Strategie alla Corsa per le Elezioni Europee

6 Ago 2023 - Europa

Centrodestra Italiano: Alleanze e Strategie alla Corsa per le Elezioni Europee

A dieci mesi dall’appuntamento elettorale delle elezioni europee del 6-9 giugno, la foto di gruppo del centrodestra comincia a delinearsi con chiarezza. Giorgia Meloni, presidente del blocco dei Conservatori europei (Ecr party), si prepara a spostare il bilancino del futuro governo europeo verso destra e cerca l’asse con i Popolari per consolidare un’efficace alleanza.

Malgrado il calo degli alleati di Vox nelle politiche spagnole, Giorgia Meloni continua sulla strada intrapresa, fiduciosa nei consensi solidi del blocco di centrodestra, che in Spagna premia i Popolari come primo partito nel Paese. Antonio Tajani corre al fianco di Meloni, ambendo alla riconferma come segretario di Forza Italia nel congresso del 24 e 25 febbraio, ed è uno dei principali sostenitori dell’alleanza con Ecr all’interno del Ppe.

Il vicepremier, tuttavia, ha espresso l’intenzione di allargare l’alleanza anche ai liberali europei, e sarà fondamentale valutare i consensi che i due gruppi del centrodestra otterranno. È probabile che, insieme, non raggiungano la maggioranza, e quindi la decisione di Giorgia Meloni riguardo una possibile alleanza con i liberali sarà fondamentale per il futuro governo europeo.

Mentre la corsa verso le elezioni europee prosegue, Meloni deve ancora prendere una decisione definitiva, ma non vi sono chiusure a priori nei confronti dei Liberali, nonostante le distanze politiche tra Fratelli d’Italia e il partito di Emmanuel Macron. Tuttavia, sembra improbabile che Meloni possa sostenere una soluzione “von der Leyen bis”, che includerebbe anche i Socialisti. Alcune fonti rivelano che potrebbe permettere al partito di Forza Italia di appoggiare un esecutivo di questo tipo, lasciando libertà di scelta al suo alleato.

Quanto alla corsa elettorale, Giorgia Meloni sta ancora valutando le opzioni, ma si sta considerando la possibilità di una sua candidatura come capolista in tutte e cinque le circoscrizioni, seguendo l’esempio di Silvio Berlusconi nel 2009. Alcuni ministri di Fratelli d’Italia potrebbero essere candidati, ma solo per attrarre consensi e rafforzare la posizione del partito. Nomi come Raffaele Fitto, Adolfo Urso e Francesco Lollobrigida sono stati fatti, ma riguardo a quest’ultimo, le opinioni all’interno del partito sono discordanti.

La Lega di Matteo Salvini si prepara alla corsa elettorale con un obiettivo chiaro: costruire una maxi-alleanza in Europa, comprendente tutte le forze di centrodestra da Ecr a Identità e democrazia (Id). Tuttavia, i dialoghi, soprattutto con il Ppe, sono stati bloccati dai veti imposti dal partito a possibili intese con alcuni alleati della Lega, come Marine Le Pen e Alternative fur Deutschland. Al momento, la Lega sembra orientata a restare in Identità e democrazia e a rimandare le decisioni sulle alleanze a dopo il voto.

Nonostante le divergenze politiche, la coalizione di maggioranza sta cercando di mantenere rapporti solidi tra i suoi tre principali partiti. La raccomandazione inviata da Giorgia Meloni agli alleati per una campagna elettorale senza divisioni nella maggioranza si è rivelata essenziale per mantenere l’unità durante la corsa verso le elezioni europee.

In un clima di incertezza politica ed elettorale, il centrodestra italiano si prepara a una sfida cruciale, cercando di forgiare un’efficace alleanza europea e ottenere consensi solidi per rappresentare l’Italia nel futuro governo europeo. La corsa verso le elezioni europee continua e sarà una battaglia politica determinante per il futuro dell’Unione Europea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: