146 Visualizzazioni

Cambio di Rotta: L’Italia di Meloni Lascia la Via della Seta in Favore di Nuove Alleanze Atlantiste

10 Set 2023 - Italia

Cambio di Rotta: L’Italia di Meloni Lascia la Via della Seta in Favore di Nuove Alleanze Atlantiste

Il recente G20 in India ha rivelato nuove sfumature nelle relazioni diplomatiche globali, con la premier italiana Giorgia Meloni al centro dell’attenzione. L’incontro tra Meloni e il primo ministro cinese, Li Qiang, ha portato all’evidenza una nuova direzione per l’Italia, allineandosi più strettamente con la visione atlantista.

Questo non è un cambio di rotta improvviso, ma piuttosto una riaffermazione del posizionamento geopolitico dell’Italia. Durante l’evento, Meloni ha chiaramente comunicato l’intenzione dell’Italia di ritirarsi dal progetto della “Via della Seta”, una mossa strategica per Pechino. Nonostante le pressioni dell’ultimo minuto da parte di Li Qiang, l’Italia ha mostrato una posizione ferma.

Tuttavia, è fondamentale sottolineare che la decisione dell’Italia non è stata influenzata esternamente, né dettata da Washington. L’obiettivo principale è stato quello di garantire che i rapporti tra Pechino e Roma rimangano positivi e crescano in modo sano e reciprocamente vantaggioso.

Palazzo Chigi ha successivamente rilasciato un comunicato sottolineando la volontà di entrambi i paesi di “consolidare e approfondire il dialogo”. L’accento è stato posto sull’importanza di mantenere forti legami bilaterali e internazionali, indipendentemente dalla decisione sulla “Via della Seta”.

In parallelo, Meloni ha annunciato l’adesione dell’Italia al progetto di infrastruttura globale sponsorizzato dagli USA, che collegherà l’India al Medio Oriente e all’Europa. Conosciuto come Pgii, questo progetto è visto come un’alternativa alla “Via della Seta”, ma con una chiara impronta atlantista. La posizione di Meloni è chiara: l’Italia ha il potenziale di svolgere un ruolo cruciale in questo progetto, sfruttando la competenza delle sue aziende nei settori marittimo e ferroviario.

Ulteriori legami con l’India sono stati evidenziati dalla cooperazione tra Tim Sparkle e Google nel progetto Blue-Raman. Questo rafforza la connessione tra l’Unione Europea e l’India, con l’Italia come partner chiave.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: