1732 Visualizzazioni

Via libera della Turchia per l’ingresso della Svezia nella NATO: un altro autogol di Putin

11 Lug 2023 - Approfondimenti Politici

Via libera della Turchia per l’ingresso della Svezia nella NATO: un altro autogol di Putin

La notizia ha fatto il giro del mondo: il presidente turco Erdogan ha dato il suo assenso all’adesione della Svezia alla Nato, dopo un incontro con il segretario generale dell’Alleanza, Jens Stoltenberg, e il primo ministro svedese, Ulf Kristersson. Si tratta di un passo storico che porta ad un’ulteriore crescita della NATO, ma anche di un duro colpo per la Russia di Putin, che vede allargarsi il fronte occidentale proprio mentre è impegnata in una guerra sanguinosa in Ucraina.

La Turchia, infatti, ha posto delle condizioni per sbloccare l’ingresso della Svezia, che riguardano il rilancio del processo di adesione di Ankara all’Ue, la modernizzazione dell’unione doganale e la liberalizzazione dei visti. Inoltre, la Svezia si è impegnata a non sostenere i separatisti curdi del Pkk e Ypg e a eliminare le sanzioni contro la Turchia. Si tratta di concessioni importanti che dimostrano la volontà di dialogo e cooperazione tra i due Paesi.

Ma cosa c’entra Putin in tutto questo? Molto, perché la sua decisione di dichiarare guerra all’Ucraina nel febbraio 2022 ha avuto conseguenze disastrose per la sua immagine e per la sua politica estera. La guerra in Ucraina, infatti, ha provocato migliaia di morti e feriti, una forte opposizione internazionale e un tentativo di rivolta interna (apparente o reale? ndr) da parte della brigata Wagner.

In questo contesto, l’ingresso della Svezia nella Nato appare come uno degli autogol di Putin, che ha spinto i Paesi neutrali a cercare protezione sotto l’ombrello dell’Alleanza. La Svezia, infatti, era rimasta fuori dalla Nato per decenni, mantenendo una posizione equidistante tra i blocchi. Ma dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia nel 2014 e la guerra in Ucraina nel 2022, la Svezia ha avvertito la necessità di rafforzare la sua sicurezza e la sua integrazione con l’Europa. Così ha chiesto di entrare nella Nato, ottenendo il sostegno di tutti gli altri membri tranne la Turchia e l’Ungheria.

Ora che anche la Turchia ha dato il suo ok, non resta che attendere il voto del Parlamento turco e quello dell’Ungheria per completare il processo di adesione della Svezia alla Nato. Si tratta di una sconfitta per Putin e per le sue ambizioni imperialistiche. La guerra in Ucraina si sta rivelando un errore fatale per il leader russo, che rischia di perdere tutto: il potere, il prestigio e la pace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: