122 Visualizzazioni

Tensioni crescenti nello Stretto di Taiwan: Pechino lancia 42 incursioni aeree

20 Ago 2023 - Geopolitica

Tensioni crescenti nello Stretto di Taiwan: Pechino lancia 42 incursioni aeree

Le tensioni nello Stretto di Taiwan continuano a salire, con 42 incursioni di aerei da guerra cinesi rilevate dalla difesa taiwanese. Questa mossa aggressiva arriva immediatamente dopo l’annuncio da parte della Cina del lancio di esercitazioni militari nella regione.

Il Ministero della Difesa di Taiwan ha dichiarato: “Dalle 9 di oggi, abbiamo rilevato successivamente 42 incursioni”, precisando che di questi, 26 aerei hanno oltrepassato la linea mediana dello Stretto di Taiwan. Ulteriormente preoccupante per Taipei è il coinvolgimento di 8 navi cinesi nelle manovre, atte a simulare “reali condizioni di combattimento”.

Le motivazioni dietro queste manovre potrebbero essere politiche. Taiwan accusa Pechino di cercare di “plasmare” le imminenti elezioni presidenziali del 2024 sull’isola. Il Ministro degli Esteri taiwanese, Joseph Wu, ha affermato: “La Cina vuole influenzare le prossime elezioni nazionali a Taiwan. Sta ai nostri cittadini decidere, non al nostro tirannico vicino”.

Xinhua, l’agenzia di stampa ufficiale della Cina, ha reso noto che queste esercitazioni hanno l’obiettivo di addestrare la coordinazione tra navi e aerei militari in condizioni di combattimento reali. Queste esercitazioni sono state etichettate come un monito ai separatisti taiwanesi.

Le manovre militari cinesi sono state condannate con forza da Taipei. La Difesa taiwanese ha dichiarato: “Conferma la natura egemonica dell’espansione militare” di Pechino e “non contribuisce alla pace e alla stabilità nello Stretto di Taiwan”. Questa situazione tesa è stata ulteriormente esacerbata dalla recente visita del vicepresidente taiwanese William Lai negli Stati Uniti, una mossa che Pechino vede come una provocazione, poiché considera Taiwan una sua provincia e si oppone a qualsiasi contatto ufficiale tra l’isola e paesi occidentali.

Washington ha invitato alla calma, sottolineando che il viaggio di Lai era solo di “transito”. Tuttavia, Pechino ha fortemente condannato il viaggio.

Con il crescente clima di tensione nella regione e la Cina che intensifica le sue manovre militari, la comunità internazionale osserva con preoccupazione, sperando che la diplomazia possa prevalere e prevenire un potenziale conflitto nella regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: