102 Visualizzazioni

Tensione in Burkina Faso: La Folla Scende in Strada per Sostenere il Governo di Transizione

28 Set 2023 - Africa

Tensione in Burkina Faso: La Folla Scende in Strada per Sostenere il Governo di Transizione

A Ouagadougou, la vivace capitale del Burkina Faso, un’ampia folla di cittadini si è riversata sulle strade e si è raccolta nella grande piazza dedicata all’Organizzazione delle Nazioni Unite. Non per protestare, come si potrebbe supporre in un momento di tensione politica, ma per esprimere un forte supporto alle autorità al potere.

Questa dimostrazione di unità e sostegno popolare giunge in seguito alla diffusione di notizie riguardanti un possibile tentato colpo di Stato orchestrato da una fazione delle forze armate contro il presidente ad interim Ibrahim Traoré.

Il contesto politico del Burkina Faso negli ultimi tempi è stato quanto mai turbolento. Il presidente Traoré, a sua volta, aveva preso il potere attraverso un golpe appena un anno fa, il 30 settembre 2022. Paradossalmente, adesso si trova dalla parte della difesa, cercando di consolidare il suo governo e respingere le minacce interne.

Secondo alcune fonti, il malcontento tra le fila militari potrebbe derivare da una recente mossa del governo di transizione: la rimozione di alcuni ufficiali di alto grado. Questa decisione potrebbe aver alimentato tensioni latenti e reso alcuni settori dell’esercito ostili al governo in carica.

Il Burkina Faso, come molti altri Paesi africani, ha una storia complicata di interventi militari nella sfera politica. Un eventuale colpo di Stato ora rappresenterebbe il terzo cambio consecutivo al vertice dello Stato realizzato con la forza in un breve lasso di tempo. Questo circolo vizioso istituzionale non solo mina la stabilità del Paese, ma pone anche seri dubbi sulla maturità democratica e sulla capacità delle istituzioni di gestire pacificamente le differenze interne.

La massiccia presenza di cittadini nelle strade di Ouagadougou può quindi essere vista come un tentativo di rompere questo circolo e stabilizzare la nazione. È un segnale forte che il popolo burkinabé desidera pace, stabilità e, soprattutto, una leadership che agisca nell’interesse della nazione piuttosto che in base a personali ambizioni di potere.

La comunità internazionale, e in particolare l’Unione Africana e le Nazioni Unite, dovrà mantenere uno sguardo attento sulla situazione in Burkina Faso, offrendo supporto dove possibile e facendo pressione affinché le dispute politiche vengano risolte pacificamente, nel rispetto della volontà popolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: