128 Visualizzazioni

Spagna: Sanchez sotto Ricatto degli indipendentisti “O Amnistia o niente Governo”

17 Set 2023 - Europa

Spagna: Sanchez sotto Ricatto degli indipendentisti “O Amnistia o niente Governo”

Mentre Madrid attende ancora un governo a due mesi dalle elezioni, i partiti indipendentisti catalani pongono la loro condizione: una legge di amnistia. Questa mossa potrebbe segnare un punto di svolta nelle trattative per la formazione del nuovo governo spagnolo.

Junts per la Catalogna, guidato da Carles Puigdemont, e la Sinistra Repubblicana Catalana (Erc) fanno un appello diretto al leader del Partito Socialista (Psoe), Pedro Sanchez. Esigono che non venga sprecato tempo e che si negozi una legge di amnistia immediatamente. Un tale atto non solo risponderebbe alle richieste catalane, ma potrebbe anche preparare la strada per una seconda investitura di Sanchez.

Il quotidiano El Pais descrive un panorama politico teso. Afferma che il partito di Puigdemont desidera “un rapporto alla pari con lo Stato” e non intende cedere su alcuna delle sue richieste. Questo arriva in un momento critico per Alberto Nunez Feijòo, il leader del partito vittorioso nelle elezioni del 23 luglio. Incaricato dal re Felipe VI di tentare di formare un governo, Feijòo ha l’arduo compito di presentare una maggioranza il 26 e 27 settembre. Tuttavia, i suoi sforzi per garantire il sostegno di vari partiti non hanno avuto successo finora.

Pedro Sanchez, il primo ministro uscente con 122 seggi, potrebbe avere una seconda possibilità se Feijòo fallisce. Tuttavia, la chiave per il suo successo potrebbe essere nelle mani dei partiti indipendentisti. Dopo aver promesso l’amnistia per i crimini di malversazione contro lo Stato e il diritto all’autodeterminazione per i catalani, Sanchez ha ora l’arduo compito di bilanciare le sue promesse con la realtà politica.

Il messaggio dei partiti indipendentisti è chiaro: “Senza amnistia niente dialogo”. Mentre Junts vede la legge di amnistia come una condizione essenziale, Erc è disposto a considerare un “impegno firmato” da parte del Psoe, a condizione che la promozione della legge sia garantita.

Con queste sfide in gioco, gli occhi della nazione e dell’Europa sono puntati sulla Spagna e sulla Catalogna. L’esito delle trattative non influenzerà solo la formazione del governo, ma potrebbe anche segnare un nuovo capitolo nelle relazioni tra Madrid e la regione catalana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: