223 Visualizzazioni

Senatori Repubblicani Bloccano le Attività del Senato in Risposta al Verdetto su Trump

1 Giu 2024 - USA

Un gruppo di senatori repubblicani ha annunciato che impedirà il normale funzionamento del Senato, bloccando conferme e finanziamenti, dopo che l'ex presidente Trump è stato dichiarato colpevole di falsificazione di documenti.

Senatori Repubblicani Bloccano le Attività del Senato in Risposta al Verdetto su Trump

Venerdì, un gruppo di senatori repubblicani ha inviato una lettera aperta alla Casa Bianca dichiarando la loro intenzione di bloccare tutte le attività del Senato, dalle approvazioni alle conferme. Questa reazione arriva dopo il verdetto di colpevolezza dell’ex presidente Trump, condannato per 34 capi d’accusa di falsificazione di documenti.

La Missiva dei Repubblicani

Guidata dal senatore Mike Lee dello Utah, la lettera esprime la determinazione dei repubblicani a non collaborare con l’amministrazione Biden. “Non vogliamo essere complici di un progetto che divide il nostro paese,” si legge nella missiva.

Trump Dichiarato Colpevole

Giovedì, Trump è stato giudicato colpevole di aver falsificato documenti per nascondere pagamenti effettuati a Stormy Daniels, una ex pornostar con cui avrebbe avuto una relazione nel 2006. Di conseguenza, i senatori repubblicani hanno deciso di interrompere il normale funzionamento del Senato.

Dichiarazioni di Lee e Altri Senatori

Su X, Mike Lee ha affermato che “Le semplici dichiarazioni non bastano. Chi ha politicizzato il nostro sistema giudiziario deve rispondere delle proprie azioni. Non collaboreremo più con le priorità legislative democratiche o le nomine.”

Sostegno tra i Repubblicani

La posizione di Lee è sostenuta da altri senatori repubblicani come JD Vance, Tommy Tuberville, Eric Schmitt, Marsha Blackburn, Rick Scott, Roger Marshall, Marco Rubio, Ron Johnson e Josh Hawley. Questi senatori hanno promesso di bloccare qualsiasi aumento di finanziamento non legato alla sicurezza.

Blocco delle Nominazioni

I senatori hanno affermato che non permetteranno “nessuna legge di stanziamento che finanzi conflitti partigiani.” Inoltre, nessun candidato politico o giudiziario proposto da Biden riceverà il loro voto di conferma.

Impatto sulle Leggi Democratiche

I repubblicani hanno dichiarato che non permetteranno alcuna “approvazione accelerata di legislazioni o autorità democratiche non rilevanti per la sicurezza degli americani.” Questo costringerà i democratici a seguire l’iter legislativo standard, che può richiedere molto tempo.

Prospettive Politiche

Due dei firmatari, Vance e Rubio, sono considerati potenziali candidati alla vicepresidenza per Trump. Scott, invece, aspira a diventare il nuovo leader dei repubblicani al Senato, sostituendo Mitch McConnell.

Risposta della Casa Bianca

Andrew Bates, portavoce della Casa Bianca, ha dichiarato a Fox News Digital che “Il Presidente Biden è consapevole che il popolo americano si aspetta che i leader di Washington mettano le necessità dei cittadini al di sopra delle fazioni e proteggano lo stato di diritto.”

Bates ha sottolineato che le minacce dei senatori repubblicani danneggerebbero il popolo americano per motivi politici basati su teorie del complotto infondate. “Questi senatori dovrebbero riflettere e mettere gli interessi del paese al primo posto.”

Con il Senato paralizzato, il Congresso dovrà approvare le leggi di stanziamento o un provvedimento temporaneo prima dell’inizio del nuovo anno fiscale a ottobre, altrimenti il governo rischia di chiudere prima delle elezioni di novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: