53 Visualizzazioni

Secondo Giorno di Esercitazioni Cinesi: Taiwan Sotto Assedio Simulato

24 Mag 2024 - Oriente

Le esercitazioni militari della Cina intorno a Taiwan continuano, mostrando come Pechino potrebbe circondare l'isola. Il nuovo presidente taiwanese, William Lai, nel mirino della propaganda cinese, mentre il PLA simula attacchi su vasta scala.

Secondo Giorno di Esercitazioni Cinesi: Taiwan Sotto Assedio Simulato

Le esercitazioni militari cinesi intorno a Taiwan proseguono per il secondo giorno. Queste manovre mostrano come l’Esercito Popolare di Liberazione (PLA) potrebbe circondare l’isola da ogni lato con navi e aerei. Pechino ha promesso di prendere l’isola, e queste esercitazioni sono una prova generale.

Un Nuovo Normale nel Mar Cinese

La Cina sta gradualmente aumentando la pressione militare su Taiwan, stabilendo un nuovo standard nel Mar Cinese Meridionale. Queste esercitazioni si estendono su una vasta area, includendo gran parte dello Stretto di Taiwan, il Canale di Bashi e grandi porzioni del Pacifico lungo la costa orientale di Taiwan.

Simulazione di Attacco Totale

Le esercitazioni di giovedì si sono concentrate sull’accerchiamento dell’isola, simulando un attacco su vasta scala senza il reale sbarco delle truppe. Chieh Chung, esperto militare taiwanese, sostiene che l’inclusione di tutte le isole al largo di Taiwan dimostra l’intenzione della Cina di eliminare strutture che potrebbero lanciare un contrattacco contro il PLA.

Impatto e Obiettivi delle Esercitazioni

Chieh Chung prevede che questa esercitazione non sarà l’ultima dell’anno per Taiwan. Il video pubblicato dal Comando Orientale del PLA mostra flotte di navi avvicinarsi a Taiwan, accompagnate da messaggi come “Avanzare!”, “Accerchiare!”, “Bloccate!”. Taiwan è evidenziata in arancione, indicando presumibilmente un controllo totale.

Messaggi Politici e Propaganda

La Cina ha anche diffuso un video di un colonnello del PLA che spiega gli scopi delle esercitazioni con linguaggio politicamente carico. La costa orientale dell’isola ospita infrastrutture militari cruciali e rappresenta una rotta di rifornimento affidabile per gli alleati di Taiwan, inclusi gli Stati Uniti.

Realtà e Prospettive

La realtà è meno drammatica. Giovedì, il ministero della Difesa di Taiwan ha registrato 49 aerei cinesi, 19 navi da guerra e sette navi della guardia costiera vicino alle acque territoriali taiwanesi. Le navi coinvolte sono per lo più fregate e corvette, che trasportano un carico di armi più leggero. Non sono stati osservati grandi vascelli cinesi come navi d’assalto anfibie o portaerei.

Critiche al Presidente di Taiwan

Le esercitazioni militari sono state accompagnate da attacchi verbali contro William Lai, il nuovo presidente di Taiwan. La Cina lo ha descritto come “arrogante” e “imprudente”. Pechino ha criticato Lai per aver usato la parola “Cina” nel suo discorso di inaugurazione, interpretandolo come un’ammissione del fatto che Taiwan e Cina sono due paesi distinti.

Risposte di Taiwan

I cittadini taiwanesi non sono particolarmente sorpresi dalle esercitazioni. Vivere accanto alla Cina è come vivere in una zona sismica: la minaccia è sempre presente. Tuttavia, la vita quotidiana continua. Le esercitazioni militari cinesi hanno anche unito i partiti politici taiwanesi, che hanno chiesto moderazione a Pechino.

Un Effetto Contrario

Ironia della sorte, ogni volta che la Cina intensifica l’intimidazione militare, il sostegno per il Partito Progressista Democratico (DPP) tende a crescere, mentre quello per il partito “amico della Cina” KMT diminuisce. Questo dimostra quanto poco i leader comunisti cinesi comprendano Taiwan e il suo popolo.

Le esercitazioni militari sono destinate a scoraggiare le forze indipendentiste, ma finora sembrano avere l’effetto opposto, rafforzando il sostegno per i leader che sfidano Pechino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: