74 Visualizzazioni

Riforma Giudiziaria in Italia: Carlo Nordio Propone Separazione delle Carriere e Nuove Regole per il CSM

4 Mag 2024 - Italia

Il Guardasigilli Carlo Nordio, in un recente incontro a Palazzo Chigi, ha annunciato l'intenzione di presentare un ddl costituzionale per la separazione delle carriere dei magistrati e la riforma del CSM, mirando a una magistratura più indipendente e meno influenzata dalla politica.

Riforma Giudiziaria in Italia: Carlo Nordio Propone Separazione delle Carriere e Nuove Regole per il CSM

Presentazione Imminente di un Ddl Costituzionale sulla Separazione delle Carriere dei Magistrati

Durante una recente riunione a Palazzo Chigi, presieduta dalla Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e con la partecipazione del Guardasigilli Carlo Nordio e vari altri alti funzionari, è stato annunciato che verrà presentato un disegno di legge costituzionale per la separazione delle carriere dei magistrati prima delle prossime elezioni europee. Questa mossa rappresenta un importante cambio di rotta nella gestione della magistratura italiana, mirando a distinguere più nettamente i ruoli dei magistrati giudicanti e requirenti.

Accelerazione sulla Proposta di Eliminazione dell’Abuso d’Ufficio

Nel corso dello stesso incontro è stato anche deciso di accelerare la procedura legislativa per l’eliminazione dell’abuso d’ufficio. Questo provvedimento è parte di una serie di riforme più ampie che mirano a snellire e rendere più efficace il sistema giudiziario italiano, riducendo le possibilità di impiego improprio del potere giudiziario a fini personali o politici.

Dibattito sulla Selezione dei Membri del CSM e Introduzione di Due CSM Separati

Un’altra riforma significativa discussa durante la riunione riguarda la separazione del Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) in due entità distinte. Tuttavia, resta aperto il dibattito sul metodo di elezione dei membri togati di questi nuovi CSM. Le opzioni considerate includono un sorteggio ‘secco’ o ‘mediato’, con i magistrati candidabili che, una volta sorteggiati, potrebbero essere sottoposti a una successiva selezione. Questo cambiamento è volto a garantire una maggiore imparzialità e ridurre l’influenza politica nella giustizia.

Proposta di Istituzione di un’Alta Corte

Tra le proposte più innovative emerse durante l’incontro figura l’istituzione di un’Alta Corte, un organismo destinato a giudicare sia i magistrati giudicanti che requirenti. Questo organo avrebbe il compito di sorvegliare l’operato dei magistrati, assicurando che essi agiscano in conformità con i principi di imparzialità e professionalità, proteggendo così l’integrità del sistema giudiziario italiano.

Esclusione della Nomina Governativa per i Membri del CSM

È stata esclusa la possibilità che metà dei membri del CSM vengano nominati direttamente dal governo. Questa decisione è stata presa per mantenere una certa distanza tra il potere esecutivo e il sistema giudiziario, in linea con i principi di separazione dei poteri e di indipendenza della magistratura, essenziali per un funzionamento democratico dello stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: