139 Visualizzazioni

Riforma del servizio militare in Russia: Duma innalza età massima per la leva ma mantiene la soglia minima a 18 anni

26 Lug 2023 - Russia

Riforma del servizio militare in Russia: Duma innalza età massima per la leva ma mantiene la soglia minima a 18 anni

La Duma, la Camera Bassa del parlamento russo, ha recentemente approvato un progetto di legge che innalza l’età massima per la chiamata alla leva dai 27 ai 30 anni, ampliando così la platea di coloro che possono essere chiamati a servire nell’esercito russo. Tuttavia, ciò che ha suscitato sorpresa è il mantenimento dell’età minima a 18 anni, in contrasto con quanto previsto nel testo originale del disegno di legge, che proponeva un innalzamento a 21 anni.

Questa riforma del servizio militare giunge in un momento di tensione internazionale, con la guerra in Ucraina che implica la Russia in modo significativo. Nonostante non siano previste nuove mobilitazioni nel prossimo futuro, la situazione potrebbe cambiare, spingendo la leadership russa a rivedere i limiti di età per la leva militare.

L’idea di elevare l’età minima per la leva era vista come un compromesso per evitare di indispettire eccessivamente l’opinione pubblica russa. Tuttavia, alla fine, la soglia minima di età è rimasta invariata a 18 anni, un fatto che ha suscitato sorpresa e che potrebbe sollevare dubbi e perplessità tra i cittadini russi.

Nonostante l’approvazione della Duma, la legge non è ancora operativa, poiché manca il via libera definitivo della Camera Alta del parlamento russo. Una volta ottenuto, l’ultimo passaggio sarà la firma del presidente Vladimir Putin, un gesto formale ma di grande rilevanza politica. Sarà quindi il Cremlino a dare l’approvazione finale all’ampliamento della platea di cittadini che possono essere chiamati a servire nell’esercito, con tutte le possibili conseguenze politiche che ne derivano.

La riforma del servizio militare in Russia, e le sue possibili implicazioni politiche e sociali, sarà senza dubbio oggetto di un intenso dibattito e osservazione nei prossimi mesi. Mentre i leader russi cercano di bilanciare le esigenze di sicurezza nazionale con la crescente preoccupazione pubblica, gli sviluppi futuri in questa questione saranno attentamente monitorati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: