62 Visualizzazioni

Peso Argentino in Picchiata: Cosa Aspettarsi dal Futuro?

23 Mag 2024 - Finanza

Il peso argentino raggiunge un minimo storico sul mercato nero, toccando 1,280 per dollaro, con un divario del 44% rispetto al tasso ufficiale, a causa delle tensioni politiche, delle lente vendite agricole e della riduzione dei tassi di interesse.

Peso Argentino in Picchiata: Cosa Aspettarsi dal Futuro?

Il peso argentino nel mercato nero si è deprezzato del 4% rispetto al dollaro, toccando un minimo storico di 1,280 per dollaro. Questo è avvenuto a causa del fallimento di un rally all’inizio dell’anno, dovuto all’aumento delle tensioni politiche e al rallentamento delle esportazioni di cereali. Il divario tra il tasso di cambio ufficiale e quello del mercato parallelo, utilizzato per bypassare i rigidi controlli sui capitali, si è ampliato a circa il 44%. In precedenza, tale differenza era scesa da quasi il 200% a meno del 18% dopo l’insediamento del presidente libertario Javier Milei a dicembre, che aveva drasticamente svalutato il tasso di cambio ufficiale.

Fluttuazioni del Peso Argentino

I trader hanno sminuito la corsa alla valuta, ma il peso argentino è sceso negli ultimi giorni a causa delle tensioni politiche, delle lente vendite agricole e della decisione della banca centrale di tagliare i tassi di interesse al 40% dal 50% la scorsa settimana.
Il governo del presidente libertario Javier Milei sta anche affrontando ritardi nei suoi programmi di riforma e spera di raggiungere un accordo con i governatori regionali, essenziale per poter portare avanti le iniziative con una minoranza in Parlamento e una presenza limitata a livello regionale.

Dal Congresso ai Tassi d’Interesse

Un operatore finanziario della banca privata locale Macro ha evidenziato tre fattori principali che spiegano il rafforzamento del dollaro rispetto al peso. In primo luogo, c’è una pressione politica al Congresso. In secondo luogo, gli agricoltori stanno generando meno valuta straniera del previsto, riducendo così l’offerta di dollari. Infine, i tassi d’interesse attuali non incentivano gli investimenti in fondi, diminuendo ulteriormente l’afflusso di capitali. Questi elementi combinati stanno spingendo il valore del dollaro verso l’alto rispetto al peso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: