221 Visualizzazioni

Operazione Militare in Nagorno Karabakh: L’Azerbaigian avanza, la Russia invoca la diplomazia

19 Set 2023 - Geopolitica

Operazione Militare in Nagorno Karabakh: L’Azerbaigian avanza, la Russia invoca la diplomazia

L’Azerbaigian ha annunciato l’avvio di un’operazione militare nel contestato Nagorno Karabakh, una regione abitata principalmente da armeni. L’annuncio è stato fatto dal ministero della Difesa di Baku, accentuando le tensioni in una delle zone più volatili del Caucaso.

La regione del Nagorno Karabakh è stata a lungo teatro di scontri e di tensioni tra l’Azerbaigian e l’Armenia. Sebbene sia situata all’interno dei confini riconosciuti dell’Azerbaigian, la maggioranza della popolazione della regione è di etnia armena e, per molti anni, la zona è stata teatro di conflitti armati, cessati temporaneamente con varie tregue.

Il rischio di un’escalation completa ha attirato l’attenzione della Russia, una potenza regionale che ha tradizionalmente avuto interessi e legami con entrambe le nazioni. La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha espresso profonda preoccupazione per gli sviluppi recenti. Citata dall’agenzia di notizie Tass, ha dichiarato: “La Russia è profondamente allarmata per l’escalation della situazione nel Nagorno Karabakh”. Zakharova ha esortato le parti in conflitto a “fermare lo spargimento di sangue” e a cercare una “soluzione diplomatica” al problema.

La risposta della Russia evidenzia l’importanza strategica e umanitaria della situazione. “Le forze di pace russe continuano a svolgere le loro funzioni nel Karabakh”, ha ribadito Zakharova, sottolineando l’impegno della Russia a mantenere una presenza stabilizzatrice nonostante il deterioramento della situazione di sicurezza.

L’annuncio dell’Azerbaigian di un’operazione “antiterrorismo” mirata a “ripristinare l’ordine costituzionale” nella regione solleva numerose questioni circa le future dinamiche nel Caucaso e l’equilibrio di potere tra le nazioni coinvolte. Con l’attenzione internazionale concentrata su questo conflitto, le prossime mosse potrebbero avere ripercussioni significative sulla stabilità dell’intera regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: