92 Visualizzazioni

Il Terremoto Politico Ligure e la “Svolta a Sinistra” di Schlein: Il PD in Crisi d’Identità

8 Set 2023 - Italia

Il Terremoto Politico Ligure e la “Svolta a Sinistra” di Schlein: Il PD in Crisi d’Identità

La scena politica ligure ha subito un vero e proprio terremoto. Un’ondata sismica che ha visto una trentina di esponenti del Partito Democratico (PD) abbandonare il partito per unirsi ad Azione. La defezione di figure influenti come il consigliere regionale Pippo Rossetti e la consigliera comunale Cristina Lodi rappresenta un duro colpo al cuore del PD. Soprattutto considerando che Lodi è stata la consigliera più votata durante le ultime elezioni amministrative a Genova.

Ma cosa ha spinto queste figure influenti a prendere una decisione così drastica? In una lettera al gruppo dirigente ligure, hanno esplicitamente accusato Elly Schlein, di aver preso una “netta svolta a sinistra”, andando contro il percorso riformista degli ultimi dieci anni. Secondo loro, la direzione assunta dal partito sotto la guida di Schlein li ha fatti sentire alienati, spingendoli verso Azione, un partito che si presenta come veramente riformista e radicato nei valori costituzionali.

Il timore che questo esodo rappresenti un segnale di un problema più ampio all’interno del PD è palpabile. E Lorenzo Guerini, esponente di spicco dell’area riformista del PD, non ha nascosto la sua preoccupazione. Pur esprimendo dispiacere per la decisione di Rossetti e Lodi, ha sottolineato l’importanza di non ignorare il crescente malcontento all’interno del partito.

Dal canto suo, Carlo Calenda, leader di Azione, ha accolto con entusiasmo i nuovi membri, sottolineando la visione riformista del suo partito e differenziandola dall’approccio centrista di Matteo Renzi. Un chiaro messaggio che Azione si sta posizionando come l’alternativa autentica e riformista per coloro che si sentono delusi dal PD.

Questi eventi sollevano interrogativi fondamentali sul futuro del PD. Riuscirà a mantenere una base solida di supporto? Oppure continuerà a perdere terreno a favore di partiti che promettono una visione politica più coerente e riformista? La direzione che Schlein ha scelto di prendere ha chiaramente diviso il partito. E mentre Azione si rafforza, l’identità e il progetto del PD sembrano ora più incerti che mai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,
Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *