108 Visualizzazioni

Il rafforzamento delle capacità missilistiche dell’Ucraina

5 Set 2023 - Geopolitica

Il rafforzamento delle capacità missilistiche dell’Ucraina

In un mondo in cui la geopolitica è in continua evoluzione e le linee di fazione si spostano costantemente, l’Ucraina si è resa conto dell’importanza di avere una solida capacità di difesa. La nazione sta cercando di ridurre la sua dipendenza dai sistemi d’arma occidentali, sviluppando un sistema missilistico indigeno che potrebbe rivelarsi cruciale per garantire la sua sicurezza e sovranità.

Il progetto Neptune è emblematico di questi sforzi. Basato sul design del missile anti nave sovietico Kh-35, il Neptune è una testimonianza del talento di Oleh Korostelev e della sua capacità di innovare su vecchie piattaforme. Ma l’importanza di Neptune va ben oltre il suo design. La sua adozione e il successo nell’affondare l’incrociatore Moskva segnalano un cambiamento nelle capacità difensive ucraine.

Il recente annuncio di modifica del missile per attacchi surface-to-surface (Ssm) mostra l’adattabilità e la versatilità del sistema. Le recenti operazioni di distruzione di uno dei sistemi di difesa aerea più avanzati della Russia, l’S-400, con un missile Neptune modificato, non sono solo una testimonianza della crescente capacità militare dell’Ucraina, ma anche un messaggio forte alla Russia e al resto del mondo.

Il divario di capacità missilistica tra Ucraina e Russia è stato per lungo tempo motivo di preoccupazione per Kiev. Mentre la Russia ha una vasta gamma di missili a lungo raggio e sistemi di difesa aerea, l’Ucraina ha sofferto di una carenza in questo settore. L’adozione di missili occidentali come gli Storm Shadow ha certamente aiutato, ma la dipendenza da fornitori esterni ha sempre rappresentato un rischio per l’Ucraina.

La capacità dell’Ucraina di produrre in casa sistemi missilistici a lungo raggio potrebbe quindi cambiare le regole del gioco. Ma come per ogni innovazione, ci sono sfide da affrontare. La produzione di armi su larga scala richiede tempo, risorse e know-how. Nonostante gli sforzi di Kiev, rimane da vedere se potranno produrre un numero sufficiente di questi missili per soddisfare le loro esigenze operative.

Tuttavia, ciò che è chiaro è l’impegno dell’Ucraina a difendere la sua sovranità e a sviluppare le proprie capacità militari. Con progettisti talentuosi come Korostelev e con la determinazione mostrata dall’esercito ucraino nell’uso dei missili Neptune, il futuro sembra promettente per l’Ucraina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: