371 Visualizzazioni

Germania autorizza l’Ucraina a colpire la Russia con armi tedesche: un passo verso la Terza Guerra Mondiale?

31 Mag 2024 - Geopolitica

La Germania sostiene l'Ucraina nell'autodifesa, consentendo l'uso di armi anche contro obiettivi russi. L'UE e la NATO approvano, ma l'Italia si oppone, richiamando i rischi di un'escalation globale.

Germania autorizza l’Ucraina a colpire la Russia con armi tedesche: un passo verso la Terza Guerra Mondiale?

La Germania autorizza l’Ucraina a difendersi con le armi tedesche

La Germania ha annunciato che gli ucraini possono difendersi dagli attacchi provenienti da oltre confine, anche utilizzando le armi fornite dalla Germania stessa. Il portavoce del cancelliere Olaf Scholz, Steffen Hebestreit, ha dichiarato che l’uso delle armi deve avvenire nel rispetto del diritto internazionale. “Le ucraine e gli ucraini combattono per il loro paese e le loro libertà. Molti paesi del mondo li sostengono politicamente, economicamente e militarmente”, si legge nella nota della cancelleria.

Il diritto all’autodifesa e il sostegno internazionale

La Germania, insieme ai suoi alleati, ha ribadito il diritto dell’Ucraina a difendersi dagli attacchi russi. “La Russia ha preparato, coordinato ed eseguito attacchi dalla regione di Kharkiv, direttamente al confine con la Russia”, ha spiegato Hebestreit. La ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock, ha sottolineato che la Nato non sarà coinvolta direttamente, ma sostiene il diritto dell’Ucraina a difendersi in modo efficace, nel rispetto del diritto internazionale.

L’UE e la NATO approvano, l’Italia dissente

L’Unione Europea e la NATO hanno espresso il loro sostegno all’uso delle armi occidentali da parte dell’Ucraina contro obiettivi russi, mentre l’Italia mantiene una posizione più cauta. “L’Ucraina ha il legittimo diritto all’autodifesa, che secondo il diritto internazionale include attacchi a installazioni militari fuori confine”, ha dichiarato Peter Stano, portavoce del Servizio di Azione Esterna UE.

Il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha affermato che l’uso delle armi deve avvenire in modo responsabile e conforme al diritto internazionale. “Ogni volta che abbiamo dato mezzi all’Ucraina, Vladimir Putin ci ha minacciato. È la Russia che ha dato il via all’escalation”, ha detto Stoltenberg.

Il rischio di una Terza Guerra Mondiale

La decisione della Germania e il sostegno della NATO e dell’UE alla difesa dell’Ucraina con armi occidentali segnano una pericolosa escalation nel conflitto. L’uso di armi fornite dall’Occidente per colpire obiettivi in Russia potrebbe essere interpretato come un atto di guerra, aumentando il rischio di un conflitto su scala globale. Questa situazione potrebbe portare il mondo verso una Terza Guerra Mondiale, con conseguenze devastanti.

L’Italia, rappresentata dal ministro degli Esteri Antonio Tajani e dal ministro della Difesa Guido Crosetto, ha sottolineato che la Costituzione italiana vieta l’uso delle armi italiane per attacchi su territorio russo. “L’Italia ripudia la guerra e le armi italiane possono essere usate solo per difendere l’Ucraina all’interno dei suoi confini”, ha dichiarato Tajani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: