157 Visualizzazioni

L’Ucraina Richiede Missili Patriot: Un Appello alla Nato nel Bel Mezzo delle Celebrazioni

5 Apr 2024 - Geopolitica

Mentre la Nato celebrava il 75° anniversario della firma del trattato di Washington, il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha lanciato un appello urgente all'Alleanza a Bruxelles, richiedendo con urgenza la fornitura di sistemi di difesa aerea Patriot.

L’Ucraina Richiede Missili Patriot: Un Appello alla Nato nel Bel Mezzo delle Celebrazioni

“Non Voglio Rovinarvi la Festa”: L’Appello dell’Ucraina alla Nato

Ieri, in occasione del 75° anniversario della firma del trattato di Washington, il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba fa un appello pressante alla Nato a Bruxelles. Mentre l’Alleanza celebra, Kuleba sottolinea l’urgenza di fornire all’Ucraina sistemi di difesa aerea “Patriot” per contrastare gli attacchi “senza precedenti” da parte della Russia, tra cui missili balistici e sciami di droni Shahed iraniani. “Salvare vite ucraine, l’economia ucraina e le città ucraine dipende dalla disponibilità di Patriot”, afferma Kuleba, evidenziando la necessità critica di questi sistemi per intercettare missili balistici.

La Nato e il Fondo da 100 Miliardi

La Nato considera l’istituzione di un fondo da 100 miliardi di dollari per sostenere l’Ucraina in modo più strutturato e prevedibile. Nonostante l’Italia non disponga di missili Patriot, il ministro degli Esteri Antonio Tajani assicura “sostegno totale all’Ucraina”, indicando un impegno continuo verso l’assistenza. Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato, descrive la situazione in Ucraina come “difficile”, sottolineando la necessità urgente di munizioni e difesa aerea per Kiev.

Stoltenberg Promette Più Difese Aeree per l’Ucraina

Le forze ucraine sul campo affrontano scelte difficili nel razionamento delle munizioni, una situazione lontana dall’ideale in un contesto di guerra d’attrito. Stoltenberg promette che la Nato esaminerà le proprie scorte per inviare più sistemi di difesa aerea, in particolare i missili Patriot, all’Ucraina. Sottolinea inoltre il crescente sostegno militare all’Ucraina da parte degli alleati, con nuovi annunci di aiuti che includono finanziamenti, droni, missili e veicoli blindati.

La Risposta degli Alleati

Nonostante la Russia mantenga un vantaggio quantitativo sul campo, la fornitura di armi da parte degli alleati si rivela fondamentale per le forze ucraine. Margus Tsakhna, ministro degli Esteri estone, enfatizza l’importanza di fornire a Kiev munizioni e sistemi di difesa aerea, ricordando che “l’Ucraina sta combattendo al nostro posto”. La Nato non percepisce una minaccia imminente da parte della Russia contro l’Alleanza, confidando nella forza degli impegni e dell’articolo 5 come deterrente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: