85 Visualizzazioni

Contrasto nel PD: Schlein e il Referendum sul Jobs Act Dividono il Partito

6 Mag 2024 - Italia

La presa di posizione di Elly Schlein a favore del referendum indetto dalla CGIL per abolire il Jobs Act ha acceso i riflettori sulle tensioni interne al Partito Democratico.

Contrasto nel PD: Schlein e il Referendum sul Jobs Act Dividono il Partito

Il Partito Democratico è nuovamente al centro delle discussioni politiche, ma stavolta per un motivo interno: il referendum indetto dalla CGIL per abolire il Jobs Act. Da questo episodio emerge uno scontro significativo tra diverse anime del partito.

La presa di posizione di Elly Schlein

Elly Schlein, nota esponente del movimento delle Sardine e già attiva nella contestazione contro il PD, si è schierata in modo netto a favore del referendum. Questa presa di posizione ha scatenato polemiche e malumori interni al partito, soprattutto considerando che il Jobs Act è stato promosso da Matteo Renzi quando era segretario del PD, con il sostegno di molti attuali esponenti del partito.

Reazioni nel PD

La dichiarazione di Schlein ha incontrato resistenze all’interno del Partito Democratico. Alcuni esponenti, come Lorenzo Guerini e Marianna Madia, si sono opposti pubblicamente alla sua posizione. Questo contrasto mette in luce le tensioni tra l’ala riformista e quella più vicina alle posizioni tradizionali del partito.

Appiattimento sul M5S

Le posizioni di Schlein sembrano allontanare parte degli elettori storici del PD, in quanto sembra che il partito stia seguendo il Movimento 5 Stelle anziché mantenere una sua identità distinta. Questo rischio di perdita di consenso arriva in un momento delicato, a poche settimane dal voto europeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: