51 Visualizzazioni

Ben Wallace si dimette da ministro della Difesa: chi era e perché ha appoggiato l’Ucraina

31 Ago 2023 - Mondo

Ben Wallace si dimette da ministro della Difesa: chi era e perché ha appoggiato l’Ucraina

Le dimissioni

Il ministro della Difesa britannico Ben Wallace ha annunciato le sue dimissioni dopo quattro anni di mandato, in occasione di un rimpasto del governo Tory guidato dal primo ministro Rishi Sunak. Wallace, 53 anni, ex militare di carriera, era considerato uno dei ministri più popolari e influenti dell’esecutivo, soprattutto per il suo ruolo fondamentale nella crisi ucraina, dove ha mostrato una forte solidarietà con Kyiv di fronte alla minaccia di invasione russa.

La carriera politica

Wallace è entrato in politica dopo aver lasciato l’esercito, dove aveva raggiunto il grado di capitano nelle guardie scozzesi, un reggimento dell’esercito britannico.

Ha iniziato la sua carriera politica in Scozia, dove è stato eletto membro del Parlamento scozzese per il nord-est della Scozia nel 1999, come rappresentante del Partito Conservatore.

Si è dimesso nel 2003 e si è trasferito nel Lancashire, dove ha ottenuto la selezione per un collegio elettorale di Westminster. Nel 2005 è stato eletto deputato per Lancaster e Wyre, poi diventato Wyre and Preston North.

Dopo aver prestato servizio come backbencher per quasi cinque anni, Wallace è stato nominato segretario privato parlamentare del Segretario di Stato per la giustizia, Ken Clarke, dal 2010 al 2014.

A seguito delle elezioni generali del 2015 e della formazione del governo di maggioranza Cameron, è diventato Sottosegretario di Stato parlamentare per l’Ufficio dell’Irlanda del Nord. Nel 2016 è stato nominato Ministro di Stato per la sicurezza e la criminalità economica da Theresa May, ricoprendo la carica fino a quando non ha lasciato l’incarico nel luglio 2019.

Sostenitore di Boris Johnson, Wallace è stato promosso al ruolo di Segretario di Stato per la Difesa dopo che Johnson divenne Primo Ministro. Da allora, Wallace si è distinto per la sua lungimiranza strategica e la sua chiarezza nella difesa degli interessi nazionali e internazionali del Regno Unito.

Ha guidato la revisione della difesa e della sicurezza del 2021, che ha definito una visione ambiziosa per le forze armate britanniche nel XXI secolo. Ha anche aumentato il bilancio della difesa del 10% in quattro anni, il più grande incremento dal periodo della guerra fredda.

Wallace al fianco dell’Ucraina

Wallace ha anche assunto un ruolo di primo piano nella crisi ucraina, dove ha espresso il suo pieno appoggio alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina, condannando le azioni aggressive della Russia. Ha inviato truppe britanniche a partecipare agli esercizi militari congiunti con le forze ucraine e ha fornito assistenza militare e umanitaria a Kyiv.

Ha anche coordinato gli sforzi diplomatici con gli alleati occidentali per cercare di dissuadere Mosca da un’escalation bellica. Ha paragonato gli atteggiamenti della Russia a quelli della Germania nazista prima della seconda guerra mondiale, accusando il Cremlino di “specchiare il fascismo e la tirannia” dei nazisti.

La lettera di Wallace e le lodi di Sunak

Nella sua lettera di dimissioni a Sunak, Wallace ha ringraziato il primo ministro per il suo “sostegno” e “amicizia” e ha elogiato i progressi fatti nelle forze armate. Ha anche sottolineato l’importanza di non tornare ai giorni in cui la difesa era vista come una spesa discrezionale da parte del governo.

Sunak ha risposto lodando Wallace per aver “servito il nostro Paese” con distinzione e per aver rafforzato il ruolo del Regno Unito nel mondo.

Il successore di Wallace

Il successore di Wallace è Grant Shapps, attuale ministro per le Imprese, l’Energia e la Strategia Industriale. Shapps, 54 anni, è un veterano dei governi Tory, avendo ricoperto già numerosi ruoli di ministro nell’ultimo decennio sotto David Cameron, Boris Johnson o Liz Truss.

Shapps conosce bene il dossier ucraino, avendo molte connessioni con l’Ucraina e essendo in continuità con il passato. Tuttavia, dovrà dimostrare di avere la stessa determinazione e capacità di Wallace nel gestire una delle sfide più gravi per la sicurezza europea e globale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: