58 Visualizzazioni

Verso la Risoluzione della Questione Bolkestein: Il Governo Avvia la Mappatura delle Concessioni Balneari

18 Lug 2023 - Italia

Verso la Risoluzione della Questione Bolkestein: Il Governo Avvia la Mappatura delle Concessioni Balneari

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera alla creazione di una banca dati contenente informazioni su tutte le concessioni pubbliche, comprese quelle relative agli stabilimenti balneari. Il provvedimento rientra nel decreto ‘per la mappatura e la trasparenza dei regimi concessori di beni pubblici’, approvato durante l’ultima riunione del Consiglio.

Maurizio Rustignoli, presidente di Fiba, l’associazione che riunisce gli stabilimenti balneari aderenti a Confesercenti, ha accolto con favore la decisione, descrivendola come “la strada giusta” per risolvere la questione Bolkestein. Quest’ultima riguarda la direttiva europea che impone di mettere a bando le concessioni per l’uso del demanio marittimo, creando grande preoccupazione tra gli operatori del settore.

“La mappatura delle coste italiane è qualcosa che chiediamo da anni”, ha affermato Rustignoli, “e rappresenta un chiaro segnale che il governo è finalmente pronto ad affrontare il problema”. Ora l’attenzione si sposta sul prossimo tavolo tecnico, previsto per il 25 luglio, durante il quale si discuteranno i criteri di scarsità delle risorse, un aspetto che Rustignoli ritiene non sussistere in Italia.

Se confermata questa valutazione, il presidente di Fiba ritiene che sarà possibile procedere ad una revisione complessiva delle norme relative alle concessioni demaniali, rispettando i principi europei ma con condizioni di applicazione diverse da quelle attualmente previste.

Rustignoli ha inoltre espresso apprezzamento per l’approccio serio con cui il governo sta affrontando la questione. “Il nostro auspicio è che ora si possa finalmente chiudere la questione, dopo oltre 10 anni di tira e molla che non solo non hanno portato a passi avanti, ma hanno anche bloccato gli investimenti nel settore, gettando nell’incertezza migliaia di imprese e decine di migliaia di lavoratori”, ha concluso.

Questa decisione, quindi, non solo promette di apportare maggiore trasparenza nel campo delle concessioni pubbliche, ma offre anche un raggio di speranza per le numerose imprese e lavoratori coinvolti nel settore balneare, che da anni chiedono chiarezza e stabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: