157 Visualizzazioni

Urgenza in Ucraina: Kuleba Richiede Sistemi di Difesa Aerea, Cia Avverte di Possibile Sconfitta

18 Apr 2024 - Geopolitica

Mentre gli attacchi russi intensificano, l'Ucraina sollecita l'invio rapido di sistemi di difesa aerea. La Cia lancia un'allerta severa: senza ulteriori aiuti militari dagli USA, Kiev potrebbe affrontare una sconfitta entro il 2024, una situazione che mette in allarme il Congresso americano e sollecita una risposta globale.

Urgenza in Ucraina: Kuleba Richiede Sistemi di Difesa Aerea, Cia Avverte di Possibile Sconfitta

Richiesta Urgente di Sistemi di Difesa Aerea

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, durante il recente incontro del G7 a Capri, ha messo in evidenza la necessità impellente per l’Ucraina di ottenere sistemi di difesa aerea avanzati come i Patriot e i Samp/T. Questa richiesta arriva in un momento critico, in cui gli attacchi russi si intensificano, come dimostra l’ultima tragica offensiva su Chernihiv.

L’Allarme della Cia

William Burns, direttore della Cia, ha espresso una preoccupazione severa riguardo la situazione in Ucraina. Senza ulteriori aiuti militari dagli USA, ha avvertito, Kiev potrebbe fronteggiare una sconfitta entro la fine del 2024. Questo messaggio è stato uno dei più diretti inviati all’amministrazione Biden, sottolineando la gravità della situazione.

Stallo agli Aiuti Americani

Nonostante l’approvazione del Senato, un pacchetto di aiuti di 60 miliardi di dollari rimane bloccato alla Camera dei Rappresentanti, dominata dai repubblicani. La mancata votazione rappresenta un importante ostacolo per l’ulteriore supporto militare a Kiev.

Reazioni Internazionali e Supporto

Durante il G7, i leader mondiali hanno espresso un forte supporto per l’Ucraina. Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, e il ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani, hanno ribadito l’importanza dell’assistenza militare. Tajani ha enfatizzato che aiutare l’Ucraina non è solo un dovere ma un passo essenziale verso la pace e il rispetto dei valori democratici e internazionali.

La Nuova Strategia Russa e le Reazioni Europee

Recentemente, la Russia ha iniziato a colpire l’infrastruttura energetica ucraina, tentando di debilitare il paese prima dell’inverno. Di fronte a questo nuovo sviluppo, Josep Borrell, Alto rappresentante per la politica estera dell’UE, ha chiesto una risposta più rapida e decisa da parte europea, sottolineando che l’Europa deve agire rapidamente per evitare una vittoria di Putin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: