69 Visualizzazioni

UE Approva Nuove Norme per Accelerare il Rimborso delle Imposte sugli Investimenti Transfrontalieri

15 Mag 2024 - Finanza

L'accordo raggiunto dal Consiglio degli Stati dell'UE mira a semplificare il processo di rimborso delle tasse pagate in eccesso, incentivando gli investimenti nel mercato unico del capitale europeo e promuovendo una maggiore competitività.

UE Approva Nuove Norme per Accelerare il Rimborso delle Imposte sugli Investimenti Transfrontalieri

L’Unione Europea ha dato il via libera a modifiche normative volte a accelerare il versamento delle imposte sugli investimenti che attraversano i confini nazionali, con l’obiettivo di approfondire il mercato dei capitali all’interno del blocco. Il Consiglio degli Stati dell’UE ha annunciato di aver raggiunto un accordo per alleviare il peso della “ritenuta” o della doppia tassazione. Questo fenomeno si verifica quando un investitore transfrontaliero è tenuto a pagare le imposte su dividendi e interessi derivanti da titoli elencati in uno Stato dell’UE e successivamente anche nel proprio paese di origine.

Una Sfida per l’Investimento Transfrontaliero

I procedimenti attuali per richiedere il rimborso delle tasse pagate in eccesso sono complicati, pur se vi sono accordi stipulati tra gli Stati membri dell’Unione Europea. Questa complessità scoraggia gli individui dall’investire al di fuori del proprio Paese d’origine, ostacolando, al contempo, gli sforzi di Bruxelles nel promuovere un’unione dei mercati finanziari più competitiva rispetto a Wall Street nel finanziamento delle imprese.
Il Consiglio ha dichiarato che semplificare il processo di investimento in altri paesi dell’Unione Europea potrebbe incoraggiare gli investitori, specialmente quelli al dettaglio, a investire nei mercati finanziari europei. Questo, secondo il Consiglio, avrebbe benefici a lungo termine sull’economia nel suo complesso.

Progressi verso un Mercato Unico del Capitale

L’associazione del settore dei fondi europei EFAMA ha dichiarato che l’accordo rappresenta un passo significativo verso la rimozione delle attuali barriere fiscali a un mercato unico del capitale nell’UE.
Antonio Frade Correia ha sottolineato l’importanza di garantire l’efficacia pratica della proposta, evidenziando la necessità di ulteriore collaborazione tra l’industria e i decisori politici. Ha indicato che sarà cruciale monitorare attentamente l’attuazione della proposta a livello nazionale. Il Consiglio ha affermato che l’iniziativa sulla ritenuta fiscale renderà le procedure di agevolazione fiscale più rapide, semplici e sicure.

Nuove Regole per gli Investitori

Le nuove disposizioni, previste per entrare in vigore entro gennaio 2030, consentiranno agli investitori di acquisire un certificato di residenza fiscale digitale dell’UE standardizzato, garantendo così un rapido rimborso delle imposte alla fonte.
Il Consiglio ha dichiarato che gli Stati membri devono mettere a disposizione una procedura di “rimborso diretto” o “rimborso rapido”.
AIMA, l’associazione che rappresenta il settore degli investimenti alternativi, auspica che questo accordo rappresenti solo il primo passo verso un sistema di ritenuta d’acconto completo, il quale, a suo parere, contribuirà in modo significativo al completamento dell’Unione dei Mercati Capitali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: