201 Visualizzazioni

Tragedia a Gaza: Troppi Civili Pagano il Prezzo dell’Offensiva Israeliana

9 Gen 2024 - Geopolitica

Tragedia a Gaza: Troppi Civili Pagano il Prezzo dell’Offensiva Israeliana

Antony Blinken, Segretario di Stato USA, si è recato a Tel Aviv per discutere della prolungata offensiva israeliana a Gaza, che dura ormai da tre mesi.

Appello di Blinken a Israele per l’Urgente Aiuto Umanitario

Blinken ha dichiarato che il costo in vite civili è inaccettabile, citando le cifre dell’Onu che indicano il 90% della popolazione in gravi difficoltà di sicurezza alimentare.

Il Segretario di Stato ha esortato Israele ad aumentare il flusso di cibo, acqua, medicine e beni essenziali a Gaza, sottolineando l’importanza di rimuovere qualsiasi ostacolo.

Obiettivo: Porre Fine al Conflitto, ma Salvaguardare la Sicurezza di Israele

Blinken ha ribadito il sostegno totale degli Stati Uniti ad Israele, definendo l’amicizia tra i due Paesi “eccezionale e unica”.

Gli Stati Uniti vogliono una fine rapida del conflitto, ma Blinken ha sottolineato l’importanza per Israele di perseguire il suo legittimo obiettivo di sicurezza.

Prospettive per Gaza: Missione Onu e Appello di Blinken per la Pace

Il Segretario di Stato, Antony Blinken, annuncia una missione Onu per valutare il ritorno dei palestinesi a Gaza, sottolineando una prossima fase di minore intensità dell’operazione militare israeliana. Contestualmente, ha lanciato  un appello ai leader regionali per un approccio locale e la creazione di uno stato palestinese come chiave per una soluzione di pace duratura.

Richiesta di Impegno da Parte di Israele e Autorità Palestinese

Blinken ha esortato Israele a essere un partner per i leader palestinesi e ha sottolineato la necessità di decisioni difficili sia da parte israeliana che palestinese per garantire una sicurezza duratura.

In chiusura, ha insistito sull’importanza della riforma e miglioramento della governance dell’Autorità Palestinese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,
Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *