94 Visualizzazioni

Pechino alza la voce: Condanna l’Attacco a Damasco e Richiama al Rispetto della Sovranità Siriana

2 Apr 2024 - Oriente

Con la ferma condanna degli attacchi israeliani sull'ambasciata iraniana a Damasco, la Cina invita la comunità internazionale a una pausa di riflessione.

Pechino alza la voce: Condanna l’Attacco a Damasco e Richiama al Rispetto della Sovranità Siriana

La Cina ha espresso la propria condanna nei confronti degli attacchi aerei israeliani che hanno recentemente devastato l’edificio consolare dell’ambasciata iraniana a Damasco. Questo gesto di disapprovazione da parte di Pechino segnala una chiara presa di posizione contro le azioni ritenute provocatorie e pericolose per la stabilità della regione.

Sovranità e Integrità Territoriale al Centro della Controversia

Durante il briefing quotidiano, il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin, ha sottolineato con fermezza che la sicurezza delle sedi diplomatiche è un principio non negoziabile. La violazione di questa sicurezza non solo costituisce un atto di disprezzo nei confronti delle norme internazionali, ma mina anche le fondamenta del dialogo e della cooperazione tra le nazioni. Inoltre, Wang ha ribadito l’importanza del rispetto della sovranità, dell’indipendenza e dell’integrità territoriale della Siria, principi fondamentali per la pace e la stabilità regionale.

Una Richiesta di Moderazione e Dialogo

La condanna espressa dalla Cina va vista come un invito a tutte le parti coinvolte a mostrare moderazione e a ricercare soluzioni pacifiche attraverso il dialogo. L’escalation militare non fa altro che aggravare le sofferenze delle popolazioni civili e complicare ulteriormente il quadro politico internazionale. Pechino, attraverso le parole di Wang Wenbin, esprime quindi la speranza che si possa evitare una spirale di violenza che non avrebbe vincitori, ma solo vittime.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: