544 Visualizzazioni

Mobilitazione Ucraina: Nuove Regole per i Cittadini all’Estero

24 Apr 2024 - Europa

Con l'adozione di una nuova legge sulla mobilitazione, l'Ucraina intensifica il reclutamento di truppe e impone severi controlli ai suoi cittadini residenti all'estero, sospesi i servizi consolari fino al 18 maggio per garantire l'efficacia del provvedimento.

Mobilitazione Ucraina: Nuove Regole per i Cittadini all’Estero

Reclutamento Urgente in Ucraina

Nel tentativo di contrapporsi all’offensiva russa, l’Ucraina si prepara a una vasta mobilitazione di truppe. Volodymyr Zelensky, il presidente, ha recentemente firmato una legge che rende il processo di mobilitazione più efficace e trasparente. La normativa prevede inoltre misure restrittive per gli uomini ucraini adulti residenti all’estero.

Servizi Consolari Sospesi

Una delle misure immediate adottate dal governo ucraino è stata la sospensione dei servizi consolari fino al 18 maggio, data in cui entrerà in vigore la nuova legge. Questa sospensione colpisce principalmente gli uomini in età di leva che vivono all’estero, i quali, secondo Eurostat, ammontano a circa 860.000 nei soli paesi dell’Unione Europea. Durante questo periodo, non potranno ricevere assistenza consolare, né rinnovare documenti di identità o ottenere certificati di matrimonio.

Implicazioni per i Cittadini all’Estero

La legge impone a tutti gli uomini in età di leva di aggiornare i propri documenti militari entro 60 giorni, sia a distanza che di persona. Questa disposizione si applica anche a coloro che risiedono fuori dal territorio nazionale, i quali necessitano di tali documenti per accedere ai servizi consolari. La mancata conformità a questa norma impedisce l’accesso a servizi fondamentali, mettendo in difficoltà molti cittadini all’estero.

Responsabilità e Priorità Nazionale

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha sottolineato che proteggere la patria resta la priorità assoluta, nonostante l’impegno a tutelare i diritti dei cittadini all’estero. Ha criticato coloro che, pur vivendo all’estero, sembrano ignorare le responsabilità nei confronti della loro nazione in guerra, sottolineando che l’obbligo di aggiornamento dei documenti militari non è una novità.

Reazioni e Misure di Controffensiva

Nel contesto più ampio del conflitto, le tensioni continuano ad intensificarsi. Recentemente, droni ucraini hanno colpito depositi di carburante in Russia, causando incendi e mobilitando le forze di emergenza locali. Parallelamente, attacchi missilistici hanno colpito Kharkiv in Ucraina, ferendo sei persone e causando danni significativi. Questi eventi dimostrano l’escalation del conflitto e la gravità della situazione, che impone all’Ucraina misure drastiche per la propria difesa e la mobilitazione delle risorse umane e militari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: