59 Visualizzazioni

La rotta balcanica e la migrazione: l’appello del Friuli Venezia Giulia all’Europa

1 Set 2023 - Italia

La rotta balcanica e la migrazione: l’appello del Friuli Venezia Giulia all’Europa

La questione migratoria attraverso la rotta balcanica è tornata prepotentemente alla ribalta. Il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha lanciato un appello affinché l’Europa intervenga con decisione su questo fronte. La regione, infatti, sta vivendo una situazione di crescente difficoltà a causa degli arrivi di migranti.

Fedriga ha sottolineato come la rotta balcanica attraversi due Paesi membri dell’Unione Europea, la Slovenia e la Croazia, e come sia fondamentale stabilire accordi con tutti gli altri paesi extra UE coinvolti in questa rotta. “Se non c’è una mobilitazione politica dell’Europa, sarà una battaglia che l’Europa perde”, ha affermato il presidente.

Il Friuli Venezia Giulia ha dimostrato, negli anni, una notevole disponibilità nel cercare soluzioni condivise. “Abbiamo dato disponibilità, ancora anni addietro, per utilizzare e mettere a disposizione risorse per aiutare con le pattuglie miste i controlli dei confini”, ha ricordato Fedriga. La regione si è anche detta pronta a collaborare, nel rispetto delle proprie competenze, con tutti i paesi di transito. Tuttavia, ora è il momento che l’Europa faccia la sua parte.

In merito all’incontro tra la premier Meloni e il primo ministro greco Mitsotakis, e alla possibile formazione di un “blocco del Sud Mediterraneo”, Fedriga ha dichiarato di non essere a conoscenza delle conclusioni dell’incontro. Tuttavia, ha voluto ricordare come, in passato, l’esperienza di collaborazione con la Libia abbia portato a risultati significativi in termini di controllo dei flussi migratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: