630 Visualizzazioni

La Lega Chiede Indagini su Finanziamenti Stranieri all’Associazione ‘Agenda’

23 Apr 2024 - Italia

La Lega solleva questioni di trasparenza e possibili interferenze estere nella politica italiana, chiedendo al Copasir di indagare sui finanziamenti ricevuti dall'associazione 'Agenda', collegata a figure di spicco del Pd e sostenuta economicamente da una fondazione svedese legata a George Soros.

La Lega Chiede Indagini su Finanziamenti Stranieri all’Associazione ‘Agenda’

La Lega Solleva Dubbi su Finanziamenti Esteri a Associazione Italiana

Nell’ambito di una seduta alla Camera dei Deputati, il partito della Lega ha sollecitato un intervento del Copasir (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) per indagare su possibili interferenze estere nella politica italiana. Al centro delle preoccupazioni c’è l’associazione ‘Agenda’, fondata nel 2022 dall’ambientalista americana e ex stratega elettorale di Barack Obama, Jessica Shearer, insieme a tre esponenti del Partito Democratico (Pd). Secondo un’inchiesta di Adnkronos, questa associazione avrebbe ricevuto finanziamenti significativi dalla fondazione svedese Democracy & Pluralism, presieduta da Daniel Sachs, figura chiave anche nella Open Society di George Soros.

Dettagli sui Finanziamenti e Reazioni del Partito della Lega

Durante il suo intervento in Aula, il deputato della Lega Stefano Candiani ha espresso preoccupazione per i finanziamenti ricevuti dall’associazione ‘Agenda’. “Abbiamo appreso dai giornali che i finanziamenti sarebbero stati erogati in ultima analisi a favore di esponenti candidati nelle liste della sinistra e del Pd in particolare”, ha dichiarato Candiani. Il politico ha messo in discussione la trasparenza di questi finanziamenti, suggerendo che potrebbero rappresentare un tentativo di influenzare la politica italiana attraverso capitali stranieri.

Richieste di Chiarezza e Intervento Istituzionale

Il deputato della Lega ha richiamato l’attenzione sia del Copasir che del governo italiano sulla necessità di fare luce su questa questione. “Il fatto che ci sia un’intromissione da parte di uno straniero o di una fondazione straniera che mette soldi nella politica italiana per condizionare la vita democratica del Paese, credo sia un tema su cui il Parlamento si deve interrogare”, ha sottolineato Candiani. Egli ha evidenziato l’opacità dei meccanismi di finanziamento e la necessità di un intervento chiarificatore da parte delle istituzioni competenti, per assicurare che tali pratiche non rimangano inosservate o non indagate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: