67 Visualizzazioni

La Guardia Costiera Tunisina Blocca l’Immigrazione Irregolare e Rafforza la Sicurezza Mediterranea

2 Apr 2024 - Africa

L'impegno congiunto di Italia e Tunisia nel frenare i flussi migratori irregolari dimostra la forza della cooperazione internazionale.

La Guardia Costiera Tunisina Blocca l’Immigrazione Irregolare e Rafforza la Sicurezza Mediterranea

Il recente intervento della Guardia costiera tunisina, che ha bloccato tre tentativi di migrazione irregolare soccorrendo 50 subsahariani al largo della regione di Sfax, riflette l’efficacia dell’accordo tra l’Italia, guidata da Giorgia Meloni, e la Tunisia. Un’intesa che ha ricevuto il pieno sostegno della Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, nel quadro del più ampio sforzo europeo per gestire e controllare i flussi migratori nel Mediterraneo.

Un Accordo Strategico per l’Europa

L’accordo tra l’Italia e la Tunisia rappresenta un pilastro fondamentale della strategia europea per ridurre il numero di partenze irregolari dalla costa nordafricana. Attraverso un mix di assistenza finanziaria, supporto tecnico e cooperazione di sicurezza, l’UE e l’Italia mirano a rafforzare le capacità della Tunisia nel contrastare il traffico di esseri umani e nel soccorso in mare, evidenziando un approccio basato sulla partnership e sul rispetto reciproco.

Operazioni di Soccorso e Azioni Preventive

Le recenti operazioni di soccorso condotte dalla Guardia costiera tunisina, insieme agli arresti di persone coinvolte in reti di traffico umano, dimostrano l’impegno concreto della Tunisia nell’adempiere agli accordi stipulati. Sequestrando imbarcazioni e materiali usati dagli scafisti, le autorità tunisine non solo salvano vite ma attaccano direttamente le infrastrutture che permettono il perpetuarsi di questo fenomeno.

Impatto dell’Accordo sull’Immigrazione Irregolare

L’effetto dell’accordo tra Italia e Tunisia si riflette non solo nel numero di partenze bloccate ma anche nell’intensificazione delle azioni preventive contro le reti di traffico di esseri umani. Questa collaborazione transmediterranea ha portato a un rafforzamento delle capacità di sorveglianza e di intervento, dimostrando come la cooperazione internazionale possa essere un elemento chiave nella gestione dei flussi migratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: