147 Visualizzazioni

La Germania vuole trasformare l’Italia nel campo profughi d’Europa

22 Set 2023 - Europa

La Germania vuole trasformare l’Italia nel campo profughi d’Europa

L’atteggiamento dell’Italia nei confronti del meccanismo di riammissione dei migranti previsto dal Regolamento di Dublino è al centro di un acceso dibattito tra Italia e Germania. Nancy Faeser, Ministro dell’Interno tedesco, ha sollevato aspre critiche all’operato dell’Italia in materia di gestione dei flussi migratori. Durante un’intervista alla trasmissione ‘maybrit illner’ dell’emittente ZDF, Faeser ha affermato che finché l’Italia non aderirà pienamente alle regole stabilite, la Germania non accoglierà ulteriori rifugiati.

Regolamento di Dublino: che cos’è e come funziona

Il Regolamento ‘Dublino III’ stabilisce criteri e meccanismi per determinare quale Stato membro dell’UE dovrebbe esaminare una domanda di protezione internazionale. Fondamentalmente, indica quale nazione deve assumersi la responsabilità della richiesta di asilo di una persona arrivata in Europa.

Una parte chiave di questo sistema è l’Eurodac, un database utilizzato per confrontare le impronte digitali e determinare se un richiedente asilo ha già presentato domanda in un altro Stato membro o è entrato irregolarmente nell’UE.

Mattarella interviene sulla questione

Il presidente italiano, Sergio Mattarella, in una conferenza stampa con il suo omologo tedesco, Frank-Walter Steinmeier, ha espresso le sue preoccupazioni riguardo alle politiche migratorie correnti, definendo le regole di Dublino come “preistoriche”. Ha sottolineato che affidarsi alle convenzioni di Dublino per gestire la migrazione attuale è analogo a tentare di instaurare comunicazioni moderne utilizzando carrozze a cavalli.

Mattarella ha invitato a un’azione collettiva e concertata a livello europeo per affrontare la questione migratoria. Ha ribadito l’urgenza di trovare soluzioni innovative e condivise, anziché dipendere da politiche obsolete e non attuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: