67 Visualizzazioni

Italia nel Centro dell’Intrigo: Sospetti di Spionaggio Coinvolgono Cina e CIA

11 Ago 2023 - Mondo

Italia nel Centro dell’Intrigo: Sospetti di Spionaggio Coinvolgono Cina e CIA

Intrecci di Spionaggio tra Cina, CIA e Italia

Un nuovo episodio di intrighi internazionali emerge dalla Cina, coinvolgendo una presunta agente segreta cinese, l’agenzia di intelligence americana CIA e l’Italia. Questa recente storia di spionaggio si inserisce in un contesto di crescente tensione tra Pechino e Washington. Il Ministero per la Sicurezza dello Stato cinese ha annunciato di aver scoperto un presunto “caso di attività di spionaggio”. Il sospettato è un cittadino cinese di nome Zeng, che lavorava all’interno di un’organizzazione non specificata nell’ambito dell’industria militare cinese. La sua posizione gli garantiva l’accesso a informazioni riservate.

Secondo i fatti

Secondo la versione cinese dei fatti, il 52enne Zeng è stato inviato in Italia per ulteriori addestramenti, ma avrebbe stretto legami con un funzionario dell’ambasciata degli Stati Uniti. Nel corso del tempo, il legame tra i due si sarebbe rafforzato, facilitato anche da eventi sociali e attività ricreative. Le autorità cinesi sostengono che la conoscenza reciproca si sia sviluppata gradualmente, finché il funzionario dell’ambasciata americana avrebbe rivelato di lavorare per la CIA. In cambio di informazioni riservate sulla potenza militare cinese, avrebbe offerto a Zeng una considerevole somma di denaro e la possibilità di trasferire la sua famiglia negli Stati Uniti.

Secondo la versione delle autorità cinesi, Zeng avrebbe quindi accettato di collaborare con gli Stati Uniti, firmando un accordo che definisce come un atto di spionaggio. Avrebbe subito un addestramento specifico e, una volta completato, sarebbe tornato in Cina. Qui, avrebbe avuto numerosi incontri con personale della CIA, consegnando un notevole volume di informazioni sensibili.

Pechino ha affermato di aver preso provvedimenti restrittivi nei confronti di Zeng una volta che sono arrivate prove delle sue attività di spionaggio, e ha presentato il caso alla procura. Si tratta di un ulteriore episodio che evidenzia le tensioni esistenti tra le superpotenze mondiali e l’uso delle attività di spionaggio nel quadro delle loro rivalità strategiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: