68 Visualizzazioni

Iran: Possibile Revisione della Dottrina Nucleare in Caso di Minaccia

9 Mag 2024 - Medio Oriente

Kamal Kharrazi, consigliere della Guida Suprema dell'Iran, ha dichiarato che il paese potrebbe modificare la sua politica nucleare in risposta a minacce esterne, affermando la capacità attuale di produrre armi nucleari se necessario.

Iran: Possibile Revisione della Dottrina Nucleare in Caso di Minaccia

Kamal Kharrazi, figura di spicco nella politica iraniana e consigliere della Guida Suprema Ali Khamenei, ha rivelato recentemente durante un’intervista concessa a al-Jazeera che l’Iran possiede la capacità tecnologica per produrre una bomba nucleare. Questa capacità si mantiene stabile da due anni, anche se il paese non ha ancora intrapreso la produzione effettiva di armamenti atomici.

Potenziali Cambiamenti Strategici

Il consigliere ha sottolineato che, sebbene attualmente non ci sia l’intenzione di sviluppare armi nucleari, la situazione potrebbe mutare radicalmente se l’esistenza stessa dell’Iran fosse messa in pericolo. Una minaccia diretta, come un attacco agli impianti nucleari da parte di Israele, potrebbe costringere l’Iran a rivedere la sua dottrina nucleare. Questo scenario segna una potenziale deviazione dalle politiche passate, che sono state fortemente influenzate dalla fatwa emessa da Khamenei, la quale dichiarava illo sviluppo di armi nucleari come ‘haram’, o proibito.

La Situazione Attuale dell’Uranio

Secondo le ultime relazioni dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA), l’Iran sta arricchendo l’uranio fino al 60% di purezza. Questo livello è notevolmente superiore a quello richiesto per l’uso civile e si avvicina alla soglia del 90%, considerata adeguata per la produzione di armi nucleari. Con il materiale attualmente disponibile, Teheran potrebbe teoricamente produrre due testate nucleari.

Il discorso di Kharrazi non solo conferma le capacità nucleari dell’Iran ma anche apre la possibilità di un cambiamento significativo nella politica di difesa del paese in risposta a minacce esterne percepite. La comunità internazionale resta in attesa di ulteriori sviluppi, sperando in una soluzione che promuova la stabilità regionale e globale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: