237 Visualizzazioni

I Sondaggi Pre-Elettorali in Germania: Una Strategia per Affondare AfD?

5 Giu 2024 - Europa

I sondaggi rivelano un'AfD in crisi, ma è davvero così? Gli analisti suggeriscono che il vero obiettivo sia indebolire il partito anti-establishment. Ricordate Trump contro Clinton? Potrebbe ripetersi.

I Sondaggi Pre-Elettorali in Germania: Una Strategia per Affondare AfD?

In Germania, a differenza di molti altri paesi, non esiste la pratica di bloccare la pubblicazione dei sondaggi elettorali nell’ultima settimana prima delle elezioni. Questo permette di ottenere un’idea precisa dell’umore degli elettori fino all’ultimo momento. Tuttavia, c’è chi sostiene che i sondaggi attuali siano strategicamente mirati a dipingere l’AfD in crisi, con l’obiettivo di indebolire il vero partito anti-establishment contro cui si sta scagliando l’arco costituzionale tedesco. Questa tattica potrebbe ricordare l’errore commesso negli Stati Uniti nel 2016, quando i sondaggi sottovalutarono Trump prima della sua vittoria contro Hillary Clinton.

I risultati del Deutschlandtrend

Il sondaggio Deutschlandtrend, elaborato dall’istituto dimap per la rete televisiva Ard, mostra l’Unione (CDU/CSU) al primo posto con il 29% dei consensi. L’SPD del cancelliere Scholz segue con un misero 15%. AfD e i Verdi sono accreditati entrambi del 14%, mentre il nuovo partito di Sahra Wagenknecht raccoglie il 6%. I liberali dell’FDP si fermano al 4% e la Linke scende al 3%.

Le differenze con i sondaggi per il Bundestag

Queste cifre differiscono dai sondaggi per il Bundestag, previsti tra poco più di un anno. Qui, il Deutschlandtrend vede AfD al secondo posto con il 18%, mentre l’Unione si consolida al primo posto con il 31%. Questo dato potrebbe essere influenzato dallo scandalo che ha colpito i leader dell’AfD per le elezioni europee. Tuttavia, la tenuta dell’AfD sul piano interno resta significativa, rappresentando una minaccia per le elezioni regionali di settembre nei cruciali Länder dell’est.

Il sondaggio Insa per la Bild

Un sondaggio più recente dell’Istituto Insa per la Bild posiziona AfD al 15,5%, il dato più basso dal marzo 2023. Tuttavia, questa flessione potrebbe essere momentanea. Nei pochi giorni intercorsi tra i sondaggi di Ard e Bild, c’è stato un attacco islamista a Mannheim che non ha aumentato il consenso per l’estrema destra. La Bild registra anche una crescita per il partito di Sahra Wagenknecht al 7,5%, suggerendo che potrebbe essere l’unica forza a sottrarre voti all’AfD.

I cambiamenti nelle priorità dei tedeschi

Secondo gli analisti di Ard, il quadro elettorale è influenzato dai grandi cambiamenti storici dal 2019. Le priorità dei tedeschi includono ora il mantenimento della pace (26%, +4 rispetto a maggio 2019), la sicurezza sociale (23%, +3), l’immigrazione (17%, +5) e la crisi economica (13%, +3). La protezione del clima e dell’ambiente, principale preoccupazione del 2019, è scesa al 14% (-9).

Bocciato il governo Scholz

Un altro fattore cruciale è la delusione per l’operato del governo Scholz. Il 74% degli intervistati è insoddisfatto, con una disaffezione evidente anche tra i simpatizzanti della maggioranza. Solo il 23% degli elettori dell’SPD ritiene accettabile il lavoro del cancelliere. Inoltre, oltre l’85% dei tedeschi giudica inadeguato il modo in cui il governo comunica le proprie politiche.

Il calo dell’europeismo

Anche l’europeismo dei tedeschi è in calo. Solo il 41% ritiene vantaggiosa l’appartenenza all’UE, rispetto al 46% di cinque anni fa. Solo il 48% vorrebbe un’intensificazione della cooperazione tra gli Stati membri, contro il 55% del 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: